Lugano, ripresa degli allenamenti: il punto sul mercato bianconero

-

Sotto il plumbeo cielo ticinese di questa stagione, il Lugano di Pieluigi Tami ha ripreso ieri gli allenamenti: gruppo al gran completo, come riferito dal sito ufficiale della squadra. Si è aggiunto alla prima squadra anche il difensore Silvano Schäppi, rientrato dal prestito a Thun. Come noto, i sottocenerini andranno in ritiro a Roma dal 17 al 25 gennaio. Pierluigi Tami ha sottoposto i suoi a dei test fisici: a ogni giocatore sono stati assegnati dei “compiti per le vacanze”, in modo da presentarsi in forma al raduno.

Nel frattempo, vista la stagione, si sprecano le indiscrezioni di mercato. Partiti Kovačić e Milosavljević, si parla con insistenza anche di eventuali nuove entrate. Il sempre ben informato Ticinonews, già dalla scorsa settimana, ha accostato al Lugano il nome di Josip Drmić. L’attaccante di origini croate, nel giro della nazionale rossocrociata, accantonato dal Borussia Mönchengladbach anche a causa delle condizioni fisiche precarie (5 presenze sinora tra Bundesliga e Coppa nazionale) è a caccia di minuti giocati per poter far parte dei 23 prescelti da Petković per i Mondiali. Ovviamente complicato trovare un accordo economico con la squadra tedesca. 

Più concrete, a quanto sembra, sarebbero le due trattative anticipate dal Blick (i nomi sarebbero quelli di Janko, ex Basilea, e  Grcić, giovane centrocampista che gioca in Germania, a Stoccarda. Stavolta le indiscrezioni arrivano dal sito Ticinonline, che ha sentito al riguardo il presidente Renzetti. Ecco cos’ha dichiarato il presidente bianconero: “Janko vorrebbe andarsene dallo Sparta Praga. I cechi lo lascerebbero andare, però lui vorrebbe ottenere le medesime condizioni attuali, vale a dire un contratto sino al giugno 2019. La nostra proposta è per 6 mesi. Perché l’operazione vada in porto dovranno insomma verificarsi diverse condizioni favorevoli per noi.”

C’è poi anche l’interessantissima pista che porta al giovane centrocampista Grcić: Lo Stoccarda lo lascierebbe andare, prestito con diritto di riscatto. È un giocatore dal profilo che non abbiamo, centrocampista fisico ma con piedi buoni. Tra l’altro, essendo un U21, non andrebbe in contingente. Ci interessa molto, ma sappiamo che ha anche altre richieste. Mariani? Stiamo trattando il rinnovo, vorremmo restasse. Speriamo di chiudere al più presto.”

Tami, sentito oggi da Paolo Laurenti della RSI, ha così commentato questi primi giorni di allenamenti: “Ho trovato una squadra motivata” sono state le sue prime parole“Il gruppo è al completo, gli infortunati hanno recuperato, faremo la preparazione al completo. Non guardo davanti o dietro, ma solo il Lugano. L’obbiettivo è la permanenza in Super League. Con un campionato a 10 squadre la cosa non è scontata. Lavorerò per dare al gruppo duttilità dal punto di vista tattico. Arrivi e partenze? Ovviamente qualcuno andrà via oltre a quelli già partiti. Sento il nome di Davide Mariani, un giocatore che mi dispiacerebbe molto perdere. In ogni caso, lascio fare al presidente e a Giovanni Manna, che si stanno adoperando per mantenere una rosa che, a mio parere, ci potrà dare delle soddisfazioni.”

Sul lato partenze, è ufficiale quella di Čulina: l’attaccante, che aveva fatto tanto bene con Zeman, prima dell’infortunio, ha ottenuto la rescissione consensuale del contratto che lo legava ai bianconeri. Per lui, sarebbe prointo un posto in una squadra polacca di prima Divisione.

 

Silvano Pulga
Silvano Pulga
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.

I dieci incubi del tifoso dell’Inter

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!