Benevento, Napoli e Bologna, chi pescherà la carta Ciciretti?

Il Benevento, nonostante sia ultimo in classifica, qualcosa di buono in questa prima parte di stagione l’ha fatta, a parte forse il gol del portiere Brignoli contro il Milan: tra i protagonisti della compagine campana figura Amato Ciciretti, nonostante non abbia giocato con continuità a causa di alcuni problemi fisici.

I numeri dei suoi primi mesi in Serie A sono buoni e parlano chiaro: 12 presenze, un assist e due reti, una con la Sampdoria all’esordio e una contro la Juventus, a Torino, direttamente su calcio di punizione.

Per la Strega, però, il giocatore è diventato una vera e propria grana, a causa del contratto in scadenza il prossimo 30 giugno che costringerà le parti in causa a prendere la decisione definitiva in questi freddi giorni di gennaio: la permanenza appare impossibile, la cessione invece è sempre più probabile, che avvenga già in questi giorni o la prossima estate a parametro zero.

Da settimane, secondo diverse indiscrezioni, sul calciatore pare essersi mosso il Napoli, che avrebbe già intavolato una trattativa per un eventuale trasferimento a luglio: i partenopei, però, sono alla ricerca di un esterno offensivo e, essendo interessati a Simone Verdi del Bologna, potrebbero provare ad acquistare subito Ciciretti per girarlo, a titolo temporaneo, proprio ai felsinei.

Tale ipotesi ha preso quota nelle ultime ore e in queste due settimane di sosta potrebbe concretizzarsi: focalizzandoci più sulla questione, che impatto potrebbe avere sul giocatore?

Sicuramente positivo, poiché gli consentirebbe di proseguire il suo percorso di crescita e maturazione nella massima serie, prima di approdare in una delle migliori realtà italiane: la piazza bolognese, più tranquilla della polveriera Benevento, potrebbe consentirgli di imporsi in un contesto più competitivo, consentendoli di mettersi alla prova in una squadra più attrezzata.

La palla, ora, passa a Verdi, con il giocatore che si sta convincendo riguardo un suo approdo al Napoli, ma che tuttavia non avrebbe ancora sciolto le ultime riserve: la trattativa potrebbe concretizzarsi solo al suo ritorno dalle vacanze.