Copa del Rey, andata ottavi di finale: ok Montella e Atlético, il Real si impone con il Numancia, solo pari per Valencia e Barça

Cominciano gli ottavi di finale di Copa del Rey in Spagna, con l’andata che si è disputata questa settimana, mentre per il ritorno si tornerà in campo la prossima.

Praticamente certo della qualificazioni ai quarti è l’Atlético Madrid, che si impone con un netto 4-0 sul campo del Lleida, squadra di Segunda División: a segno Godín e Torres nel primo tempo, mentre nella ripresa, prima della ciliegina sulla torta di Griezmann, arriva il momento dell’immediato ritorno al gol in maglia Colchoneros di Diego Costa, sceso in campo per la prima volta proprio ieri sera (assieme all’altro acquisto estivo Vitolo). Comincia con un successo anche l’avventura di Vincenzo Montella sulla panchina del Siviglia: buon 2-0 a Cadice, con Nolito e Navas che hanno deciso la gara già nella prima frazione.

Bene l’Alavés, che vince 3-1 contro il Formentera grazie alla doppietta di Demirovic, mentre arriva un pareggio deludente per un Valencia che non riesce a riprendersi dal momento no: gli uomini di Marcelino riescono infatti a trovare il pareggio contro il Las Palmas fanalino di coda in Liga solo nel finale con il gol da attaccante puro di Rodrigo, annullando così il momentaneo vantaggio siglato da Calleri nel primo tempo.

Nelle gare di giovedì, invece, viene sconfitto a sorpresa il Villarreal, ospite di un buon Leganés: basta la rete di Amrabat agli inizi della ripresa per far sognare Garitano e i suoi in vista del ritorno all’Estadio de la Cerámica di mercoledì prossimo. Solo un pareggio, a sorpresa, per il Barcellona, fermato sull’1-1 dal Celta Vigo: i blaugrana passano in vantaggio dopo solo 15′ con la rete del 22enne José Arnaiz (sostituito nel finale da Dembélé, tornato dopo il lungo infortunio), ma Sisto pareggia i conti alla mezz’ora, permettendo ai suoi di conquistare un pareggio che mantiene vive le speranze in ottica qualificazione.

Molto bene il Levante, capace di rimontare lo svantaggio sul campo dell’Espanyol: il solito Moreno porta avanti i padroni di casa, ma il rigore (molto discusso: il pallone sembra aver superato la linea di fondo prima del fallo di mano in area) di Morales e la firma finale di Ivi permettono ai valenciani di imporsi e di mettersi in un’ottima posizione in vista del ritorno. Tanto rammarico per i catalani, a tratti padroni del campo e sfortunati nelle due traverse colpite. Ipoteca la qualificazione, infine, anche il Real Madrid, ma la trasferta contro il Numancia è stata molto più tirata di quanto il risultato dia a vedere: torna a segnare da rigore Bale, ma gli altri due gol arrivano solo negli ultimi attimi di partita (prima con il rigore di Isco e poi la rete di Mayoral), dopo il brivido provocato dalla traversa di Marin con i suoi in dieci uomini per l’espulsione nella ripresa di Diamanka.

OTTAVI DI FINALE – ANDATA

Lleida-Atlético Madrid  0-4  33′ Godín, 37′ Torres, 69′ D. Costa, 90’+2′ Griezmann
Formentera-Alavés  1-3  36′ Demirovic (A), 57′ Rosa (F), 65′ Demirovic (A), 81′ Munir (A)
Las Palmas-Valencia  1-1  36′ Calleri (LP), 85′ Rodrigo (V)
Cadice-Siviglia  0-2  9′ Nolito, 23′ Navas
Celta Vigo-Barcellona  1-1  15′ José Arnaiz (B), 31′ Sisto (C)
Leganés-Villarreal  1-0  49′ Amrabat
Espanyol-Levante  1-2  28′ Moreno (E), 38′ Rig. Morales (L), 74′ Ivi (L)
Numancia-Real Madrid  0-3  35′ Rig. Bale, 89′ Rig. Isco, 90’+1′ Mayoral