Bologna-Juventus: precedenti, statistiche e curiosità

A due giornate dal termine del girone di andata, la corsa della Juventus, attualmente terza in classifica a due punti dalla capolista, passa da Bologna. I bianconeri, come noto, sono reduci da un tris di gare importantissime e dispendiose come quelle, in sequenza, contro Napoli, Olympiakos e Inter nelle quali hanno conquistato quattro punti in campionato e il passaggio agli Ottavi di finale di Champions League. I Felsinei, di contro, viaggiano al decimo posto in graduatoria e provengono dalla sconfitta patita a Milano, sponda rossonera, e dal pareggio col Cagliari.

I PRECEDENTI – Trattasi di una delle sfide più antiche e che appare per la prima volta nel panorama calcistico italiano nel remotissimo 1929. Da allora, in terra emiliana, bianconeri e rossoblù si sono affrontate ben 70 volte facendo registrare 29 successi degli ospiti e 18 dei locali. E proprio il segno 2 è quello che è apparso più volte (sette) negli ultimi dieci confronti, compreso quello della scorsa stagione allorquando finì 2-1 con le reti di Taider, Dybala e Kean. Ma era una partita praticamente ininfluente, trattandosi dell’ultima giornata, e i giochi erano già fatti. L’ultimo pari dei 23 complessivi risale a due stagioni fa: terminò 0-0 e gli uomini di Donadoni riuscirono a interrompere una striscia di ben quindici vittorie consecutive dei piemontesi, oltre che a imbrigliarli con una partita accorta, coraggiosa e tatticamente perfetta. Il successo del Bologna manca da ormai troppi anni: correva la stagione 1998-1999 e si concluse con un perentorio 3-0 in virtù delle reti di Paramatti, Fontolan e Signori.

LE STATISTICHE – Complessivamente, al “Renato Dall’Ara” le reti si sono gonfiate in 167 occasioni e, ovviamente, l’ago della bilancia pende in favore della Juventus che ha realizzato 93 gol. Tra le gare con più reti ricordiamo il 3-4 del 1957, il 4-1 del 1959 deciso dalle doppiette di Pascutti e Bonafin e, infine, l’1-5 del 1981. Nell’ultima decade, però, il numero medio dei gol è notevolmente calato e, infatti, nelle ultime dieci occasioni il segno Under 2.5 è apparso in sette circostanze. Un dato da tenere in considerazione è che nel corso di questa stagione il Bologna, a eccezione della gara disputata contro la Sampdoria, ha sempre subìto almeno un gol tra le mura amiche, mentre la Juventus, oltre ad avere il migliore attacco della Serie A, è riuscita a non subirne (dopo il ko proprio contro i blucerchiati) da Barcellona, Crotone, Napoli, Olympiakos e Inter.

In conclusione: a meno di clamorosi scivoloni e cali di concentrazione, la Juventus dovrebbe fare bottino pieno. Azzardiamo quindi il segno 2 accompagnato dall’Under 3.5. Una bella giocata potrebbe anche essere il Combo 1 2 Goal.

Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.