Scottish Premiership, 13/a giornata: Celtic da record, l’Aberdeen perde contatto

L’incontro con il destino passa di nuovo per Perth: è il maggio del 2016 ed è qui che il Celtic perde per l’ultima volta in una gara ‘domestica’. Cent’anni esatti dopo il Celtic di Willy Maley il poker di oggi contro il St. Johnstone ha permesso ai ragazzi di Brendan Rodgers di entrare ancora una volta nella storia, infrangendo il record di partite senza sconfitte in competizioni della Scottish FA (63 – nonché record assoluto nella storia del calcio britannico). Traffico a senso unico nei pressi del McDiarmid Park, dove il Celtic dirige le operazioni senza patemi per tutto l’arco dei novanta minuti. La sterilità in fatto di punti e gol del St. Johnstone sembra non voler terminare: il recente passato parla infatti di quattro sconfitte, un pareggio e nessuna marcatura nelle ultime cinque gare (la rete in campionato manca da 550 minuti).

Se il Celtic supera indenne l’abbuffata di mezzodì, non si può dire altrettanto della merenda pomeridiana dell’Aberdeen. I Dons, chiamati a emulare la vittoria della capolista, steccano in casa dell’Hamilton Academical, non andando oltre al pareggio. Sotto per una rete a zero al ventesimo, gli uomini di McInnes ribaltano il parziale grazie alle reti di Stewart e Arnason; il vantaggio dura solo due giri di orologio, quando è Steve Templeton a far esplodere New Douglas Park per il definitivo 2-2. Un punto meritato per gli Accies dopo una prova di carattere contro una squadra di tutt’altra levatura; spreca una ghiotta occasione invece l’Aberdeen che, pur rimanendo imbattuto in trasferta per l’undicesima partita consecutiva, è costretto a guardare inerme la prima mini-fuga del Celtic.

Missione compiuta per Rangers e Hibernian che accorciano sul secondo posto. I Gers, scrollatisi di dosso l’ingombro Caixinha, continuano la risalita e fanno 3-0 ad Ibrox nell’altro derby di Glasgow contro il Partick Thistle; dopo Miller la scorsa settimana, torna in campo anche Niko Kranjčar, sintomo che i ‘senatori’ sono fondamentali nella crescita del gruppo. Quarta vittoria consecutiva in Premiership per l’Hibernian che supera in casa il fanalino di coda Dundee FC; tre punti sudati per l’undici di Neil Lennon, che per esultare deve attendere un perfetto cross di Anthony Stokes per Simon Murray al ventesimo della ripresa.

Il Ross County si allontana dalla zona retrocessione grazie al 3-2 interno contro il Motherwell. Prima frazione cinica degli Staggies che prendono alla gola gli ospiti, portandosi sul 3-0 (doppietta di Gardyne, inframezzata dal gol di Keillor-Dunn). Rabbiosa reazione del Motherwell nella ripresa: prima Bowman, poi il solito Moult rimettono in carreggiata gli Steelmen, ma il tempo a disposizione è poco e a Dingwall possono festeggiare la conquista tre punti d’oro.

Scottish Premiership – Risultati 13/a giornata

Sabato 4 novembre

St. Johnstone – Celtic  0-4  28′ Sinclair, 72′ Dembélé, 75′ Anderson (og), 89′ Ntcham
Hamilton Academical – Aberdeen  2-2  19′ Imrie (H), 27′ Stewart (A), 74′ Arnason (A), 76′ Templeton (H)
Rangers – Partick Thistle  3-0  30′ McCrorie, 39′ Candeias, 46′ Windass
Hibernian – Dundee FC  2-1  1′ Boyle (H), 21′ Haber (D), 63′ Murray (H)
Ross County – Motherwell  3-2  13′, 42′ Gardyne (R), 26′ Keillor-Dunn (R), 48′ Bowman (M), 79′ Moult (M)

Domenica 5 novembre

Hearts – Kilmarnock  ore 16:00

Classifica:

Celtic* 30
Aberdeen* 27
Hibernian 25
Rangers* 24
Motherwell* 19
Hearts* 15
—————
St. Johnstone 15
Ross County 14
Hamilton Academical 12
Partick Thistle 10
Kilmarnock* 8
Dundee FC 8

* = una partita in meno