Un Grasshopper concreto affonda il Lugano: a Cornaredo è 0-3

-

Dal nostro inviato a Lugano (CH)

Partita delicata, oggi, per il Lugano di Tami, ultimo in classifica dopo la vittoria del Losanna ieri sera. Ne esce un incontro giocato a ritmi bassi nella prima frazione e un po’ meglio nella ripresa, dove i biancoblù tigurini si confermano cinici e concreti: 0-3 il finale, con le reti su rigore di Sígurjosson nella prima frazione, e di Bajrami e Pusic nella ripresa.

Incontro che parte a ritmi non elevatissimi, col Lugano che perde per infortunio Piccinocchi dopo un quarto d’ora (sostituito da Mariani). I bianconeri provano a prendere l’iniziativa, e Gerndt, smarcato da Mariani, va vicinissimo al gol: la sua conclusione è alta sopra la traversa. La squadra di Yakin fa densità in mezzo al campo, e i ticinesi faticano a trovare gli spazi. Al 36′, in una delle rare incursioni degli ospiti, Jeffrén viene atterrato in area da Sabbatini: calcio di rigore Trasforma, 2 ‘ più tardi, Sígurjosson. Prima della chiusura della prima frazione, i bianconeri provano, senza esito, a cercare il pareggio.

Ripresa che inizia coi padroni di casa che spingono, alla ricerca del pari. Tami toglie Yao e prova anche la carta Junior, per provare a dare maggior peso all’attacco. Ora i bianconeri sono in pianta stabile nella metà campo avversaria, ma fanno sempre molta fatica a trovare gli spazi per concludere pericolosamente. Al 67′ Junior, di testa, manda di poco alto sopra la traversa. I ticinesi alzano il ritmo e tengono palla per lunghissimi tratti ma, al 76′ i tigurini trovano il raddoppio col più classico dei contropiede: a realizzare, con un perfetto rasoterra, è Bejrami. 2′ dopo, terza rete per le Cavallette: a segnare è il nuovo entrato Pusic, finalizzando, con una precisa conclusione, una bella azione dei suoi. La terza rete chiude di fatto l’incontro, al quale l’arbitro pone fine dopo 4′ di recupero: 0-3 per il Grasshopper a Cornaredo.

LUGANO-GRASSHOPPER 0-3 (0-1) 

Lugano (3-1-4-2): Da Costa 6; Yao 5 (55′ Junior  6.5), Sulmoni 6, Golemić 5.5; Piccinocchi (14′ Mariani 5.5 74Marzouk 5.5); Mihajlović 6, Sabbatini 5.5, Vécsei 5.5, Daprelà 5.5; Bottani 6, Gerndt 5.5A disp.: Kiassumbua, Ledesma, Rouiller, Črnigoj. All.: Tami 6
Grasshopper (3-4-2-1): Lindner 6; Bergström 6.5, Vilotić 6, Zesiger 6; Lavanchy 6, Bajrami 6.5, Sigurjónsson 6.5, Doumbia 6; Bahoui 7, Andersen (46′ Bašić  6); Jeffrén (70′ Pusic 7). A disp.: Vasic, Djuricin, Munsy, Prishi, Fazliu. All.: Yakin 
Arbitro: Tschudi
Marcatori: 38′ Sígurjosson (GC), 77′ Bajrami  (GC), 80′ Pusic (GC)
Note – Ammoniti:  35′ Daprelà, 37′ Sabbatini, 66′ Da Costa, 87′ Golemić (L)

Silvano Pulga
Silvano Pulga
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.

MondoPallone Racconta… L’esilio dalla panchina

Il ritorno di Antonio Conte in panchina dopo la squalifica per lo "Scandalo Scommesse", avvenuto pochi giorni fa, è stato sicuramente vissuto come un...
error: Content is protected !!