Fantacalcio Serie A 2017/18: alla scoperta di… Amato Ciciretti

Nome: Amato Ciciretti
Soprannome: Cicero
Nazionalità: Italia
Età: 23
Altezza: 170 cm
Nazionale: no
Piede: sinistro
Ruolo principale: ala destra
Eventuali altri ruoli: trequartista, ala sinistra, mediano
Valutazione calciomercato: 1,7 milioni
La nostra fanta-valutazione: ***

CARATTERISTICHE TECNICNE – Ciciretti è uno dei prospetti esordienti più interessanti del campionato 2017/18. Giocatore dotato di tecnica, dribbling e grande spunto nel breve, gli piace partire largo a destra e accentrarsi per tentare il tiro a giro (ottimo il suo sinistro dalla distanza, ma ha un destro altrettanto educato) o il servizio per i compagni. Fondamentale nel 4-2-3-1 di Baroni, ha le carte in regola per fare bene in Serie A, ma dovrà superare l’impatto emotivo dell’esordio nel calcio che conta.

LA CARRIERA – Il ragazzo è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Lazio prima e della Roma poi (con i giallorossi ha vinto il campionato Primavera e la Coppa Italia). La prima vera esperienza al di fuori delle giovanili è con la Carrarese, in Lega Pro, poi un anno con la maglia dell’Aquila, un’altra stagione a metà fra Pistoiese e Messina, sempre in Lega Pro, infine il Benevento. È proprio con la maglia dei campani che Ciciretti dà il meglio di sé: una storica doppia promozione dalla Lega Pro alla Serie A da protagonista (67 presenze ufficiali e 14 gol). Ora, per lui, si avvera il sogno della massima serie.

LO PRENDIAMO AL FANTACALCIO? Se vi piace scommettere, la risposta è sì. Sia chiaro, non stiamo vendendo un campione, ma un ragazzo dalle grandi potenzialità che, però, dovrà affrontare il duro impatto col calcio che conta, e lo farà in una squadra che è una vera e propria cenerentola in A. I numeri, però, non sono male: è uno che segna e sforna assist (la passata stagione fra i cadetti ben 6 gol e 12 passaggi vincenti). Una bella scommessa, sulla quale investire una cifra moderata, che potrebbe dare grandi soddisfazioni.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.