Playoff Serie A: Gara-2 – l’EA7 non sbaglia la seconda, si va a Capo d’Orlando sull’1-1

Dopo il KO casalingo inaspettato subito in Gara-1, l’EA7 sfrutta il fattore campo per superare la Betaland di coach Di Carlo per 95-83. La serie, sull’1-1, si sposta a Capo d’Orlando per Gara-3 e Gara-4. Si tornerà al Mediolanum Forum di Assago solo per l’eventuale Gara-5. 

Ci pensa il miglior realizzatore della Betaland in Gara-1, Antonio Iannuzzi, ad aprire questa seconda sfida. Milano – come spesso fatto per tutta la stagione – cavalca Raduljica in avvio, con il centro serbo che risponde con un gioco da 3 punti prima e un ottimo assist per Pascolo poi. Diener infila due triple consecutive in transizione, ma Simon replica subito con un’altra bomba e due liberi (15-13). Cinciarini arriva due volte al ferro in pochi secondi, Milano fa +6 (19-13) e Di Carlo ferma la gara. Il Time out paga: Ivanović, Berzins e Laquintana pareggiano la gara sul pari 23, prima che Kikowski in contropiede porti la Betaland addirittura avanti 25-23. L’appoggio di Mačvan fa 25-25 al termine del primo quarto.

Dopo 1′ e 30″ di nulla, apre Laquintana la seconda frazione, su palla persa EA7. Sale decisamente il ritmo della gara e cresce l’intensità delle due squadre. Abass e Kalnietis fanno + 2 Milano, ma l’ennesima palla persa biancorossa apre un comodo tiro in transizione a Ivanović (30-30). Kalnietis spara dall’arco, ma è a rimbalzo offensivo – 11 per Milano – che i padroni di casa riescono a fare la differenza. 25-11 invece il conto dei rimbalzi totali nei primi 20′. 6 punti in fila di Mačvan e gli uomini di Repesa arrivano a +9, prima che un’altra sanguinosa palla persa milanese non porti alla tripla di Diener (3/4 da tre nel primo tempo). Mačvan continua a reggere l’attacco dell’Olimpia, ma la Betaland da 3 punti è caldissima – triple di Berzins e Tepić e -4 (46-42). Il libero di Diener – per fallo tecnico a Raduljica – e la tripla di Simon mandano le squadre negli spogliatoi sul 49-43.

La tripla di Pascolo al rientro dall’intervallo lungo fa esplodere il Forum, ma Ivanović e Kikowski sempre dalla lunga distanza fanno -5 Betaland. Continua il botta e risposta dall’arco: Hickman a segno da un lato, il solito Diener dall’altro. A 4′ dall’inizio del 3° quarto, ecco il primo vero tentativo di break milanese: Capo d’Orlando sbaglia qualche soluzione aperta da 3 punti (con Diener e Kikowski), mentre Milano va dentro con Pascolo e Tarczewski per il +11 – massimo vantaggio di serata (63-52). Un antisportivo fischiato a Cinciarini su Nicević risveglia però Capo d’Orlando in chiusura di quarto. I 7 punti in fila di Tepić, più il canestro con fallo di Diener valgono il -5 Betaland (73-68).

Nicević fa subito -2, ma la reazione Olimpia è di quelle importanti: McLean e Hickman firmano infatti l’8-0 di parziale che riporta gli uomini di Repesa sul +9 (81-72). Capo d’Orlando riaccorcia nuovamente fino a -5, ma Pascolo e Cinciarini a poco più di 4′ dalla sirena ristabiliscono il +9, nell’entusiasmo del Forum. Finisce 95-83 per l’Olimpia Milano. La serie, sull’1-1, si sposta a Capo d’Orlando per Gara-3 e Gara-4.

EA7 OLIMPIA MILANO-BETALAND CAPO D’ORLANDO 95-83 (25-25; 49-43; 73-68)
EA7 OLIMPIA MILANO: McLean 5, Fontecchio 2, Hickman 17, Kalnietis 7, Raduljica 7, Mačvan 10, Pascolo 15, Tarczewski 2, Cinciarini 14, Abass 2, Cerella ne, Simon 14All.: Repesa.
BETALAND CAPO D’ORLANDO: Galipò ne, Ihring ne, Tepić 12, Iannuzzi 6, Laquintana 6, Nicević 7, Kikowski 8, Delas 8, Diener 13, Donda ne, Ivanović 13, Berzins 10All. Gennaro Di Carlo.
Arbitri: Saverio Lanzarini, Alessandro Vicino, Lorenzo Baldini.

Le gare della serata:

EA7 OLIMPIA MILANO-BETALAND CAPO D’ORLANDO: GARA-2 95-83 (1-1)

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-BANCO DI SARDEGNA SASSARI GARA-2: 74-68 (1-1)