Super League greca, 30/a giornata: Il Panathinaikos fa il balzo per il terzo posto e va ai playoff con PAOK, AEK e Panionios

La stagione regolare di Super League 2016/2017 va in archivio dopo questa trentesima giornata, poco utile per la classifica ma assolutamente spettacolare, con una media di 3,5 gol a partita.

L’Olympiakos porta a casa una vittoria nell’ultima partita della stagione, battendo 2-0 il Panetolikos. Ad Agrinio c’è il doppio zampino di De La Bella, che manda in area due ottimi cross che trovano il diagonale di Elyounoussi e il colpo di testa di Cardozo, ribadito in rete da Domínguez, al primo gol su azione in questo campionato. Stesso risultato per il Panathinaikos, che sconfigge il Larissa e mantiene il terzo posto. Sul tabellino va Leto, che conclude con un bolide una grande triangolazione, e ovviamente Marcus Berg che sale a quota 22 reti: lo svedese eguaglia il record di reti personale ottenuto col Groningen, diventa il miglior cannoniere dai tempi di Djibril Cissé, trascinatore del Pana campione 2009/2010, ed eguaglia mostri sacri come Nikolaidis, Mavros e Antoniadis.

Si conclude invece con un pareggio il campionato regolare dell’AEK, bloccato dal PAS Giannina allo Zosimades. In vantaggio vanno proprio i padroni di casa, grazie a un tiro al volo di Andi Lila che sorprende Barkas con una traiettoria a campanile, poi tocca a Patito Rodríguez con un rientro e tiro a giro da applausi. Il risultato più rotondo di giornata se lo porta a casa il PAOK: 5-1 sul Kerkyra. Alla mezz’ora parte il valzer, tre gol in tre minuti: cross di Pedro Henrique e tuffo di Kaçe, filtrante di Onyilov e tocco di Pamlidis, altro cross di Henrique e appoggio al volo di Koulouris. Prima della fine del primo tempo, c’è ancora spazio per il rigore di Biseswar, col tabellino che si arricchisce in seguito coi gol di Amr Warda e Prijović, con un controllo di tacco strepitoso. Statistiche formidabili per lui da quando arrivò a Salonicco nel mercato di gennaio: 6 gol in 4 da titolare e 5 da subentrato, un gol ogni 50 minuti in Coppa, con annessa rottura della clavicola e recupero record. Un fenomeno.

Non finisce nel migliore dei modi la stagione regolare del Panionios, che perde in casa col Levadiakos già retrocesso. Sebbene l’istorikòs parta in quarta con un capolavoro dal limite di Tapoko, sono i verdi a fare la partita: prima pareggia Karaboué, poi Mendy segna il suo primo gol ellenico intervenendo di testa sulla punizione di Chumbinho e infine Giakoumakis ribadisce in rete una respinta corta di Bantis. Chiude invece in bellezza lo Xanthi, guidato da Razvan Lucescu per l’ultima volta. Il netto 3-0 contro il Veria è utile per far racimolare gol ad Hamza Younès, che chiude al secondo posto della classifica marcatori con 19 centri e diventa così il secondo miglior marcatore stagionale nella storia della Regina di Tracia nella massima serie, superando Tano Solari ma restando dietro alla leggenda del club Marcelo Veridiano.

Un’altra partita che non ha granché da dire è quella tra Atromitos e Platanias, vinta dai padroni di casa per 4-1. Al gol in apertura di Abiola Dauda risponde la volé di Giannis Kargas e il via libera alla doppietta di Diguiny. La gara serve più che altro a far esordire in Super League alcuni giovanissimi, tra cui il centrale classe ’97 Saado Abdel-Salam, che macchia l’esordio con un’autorete. Chiude la stagione e i nostri articoli di commento il 2-2 tra Asteras Tripolis e Iraklis, formazioni già salve ma che si concedono un gol spettacolare a testa: prima Kyriakopoulos da fuori area, poi Donis con una punizione meravigliosa nel sette. Asteras e Iraklis sono una perfetta chiusura, che ci può condurre alla prossima stagione e ai suoi cambiamenti: i dirigenti d’Arcadia promettono una rivoluzione in campo e fuori, mentre a Salonicco si dovrà combattere con i debiti. Chissà chi ci sarà e chissà cosa vedremo. Nel frattempo, ci godremo i playoff, con ben sei derby al loro interno.

 

Xanthi-Veria  3-0  20′ Younès, 45′ Soltani, 75′ rig. Younès
Asteras Tripolis-Iraklis Salonicco  2-2  26′ Ziabaris (I), 37′ Kyriakopoulos (A), 53′ rig. Gondo (A), 76′ Donis (I)
Atromitos-Platanias  4-1  11′ Dauda (A), 39′ Kargas (P), 42′ Diguiny (A), 75′ Diguiny (A), 90′ aut. Abdel Salam (A)
PAOK Salonicco-Kerkyra  5-1  30′ Kaçe (P), 31′ Pamlidis (K), 32′ Koulouris (P), 45′ rig. Biseswar (P), 61′ Amr Warda (P), 83′ Prijović (P)
Panathinaikos-Larissa  2-0  39′ Leto, 49′ Berg
Panetolikos-Olympiakos Pireo  0-2  37′ Domínguez, 79′ Elyounoussi
Panionios-Levadiakos  1-3  6′ Tapoko (P), 7′ Karaboué (L), 25′ Mendy (L), 87′ P. Giakoumakis (L)
PAS Giannina-AEK Atene  1-1  38′ Lila (P), 80′ Rodríguez (A)

Classifica finale Super League

Olympiakos 67
PAOK (-3) 61; Panathinaikos 57, AEK 53; Panionios 52Ai playoff europei
Xanthi 48; Platanias 42; Atromitos 39; PAS Giannina 36; Kerkyra 32; Panetolikos 31; Iraklis 29; Asteras Tripolis e Larissa 27
Levadiakos 26; Veria 22Retrocessi in Football League

Classifica finale marcatori

22 reti – Marcus Berg (Panathinaikos)
19 reti – Hamza Younès (Xanthi)
13 reti – Ideye Brown (Olympiakos) e Pedro Conde (PAS Giannina)
11 reti – Giorgos Giakoumakis (Platanias)
10 reti – Michalis Manias (Asteras Tripolis)
9 reti – El Fardou Mohamed Ben Nabouhane (Panionios), Thomas Nazlidis (Larissa) e Tomáš Pekhart (AEK)
8 reti – Giorgos Manousos (Platanias)
7 reti – Pablo Mazza (Asteras Tripolis) e Thuram (Kerkyra)