I soliti Icardi e Handanović non bastano: l’Inter di Vecchi perde 2-1 a Southampton

-

Si fa sempre più in salita il cammino europeo dell’Inter che con la terza sconfitta rimane ultima nel gruppo K e vede il Southampton distante quattro punti con sole due partite rimanenti. La squadra di Vecchi non sfrutta il vantaggio di Icardi e il rigore parato da Handanović nel primo tempo e nella ripresa crolla con van Dijk e l’autogol di Nagatomo.

In un St Mary’s Stadium tutto esaurito, la partita è molto gradevole nonostante le occasioni da gol scarseggino. I primi a rendersi pericolosi sono i padroni di casa al decimo quando Rodriguez rientra e calcia a giro dal limite dell’area, ma il suo tiro si spegne alto sopra la traversa. L’Inter comincia a prendere le misure e al 33esimo passa in vantaggio: Candreva sfonda sulla sinistra e tocca in area per Perišić che però non trova la porta, ma Icardi è il più lesto a girarsi e battere Forster. Il Southampton fatica a reagire, ma nell’ultimo minuto di recupero l’arbitro concede un generoso rigore alla compagine di Puel per un fallo di mano di PerišićTadić si incarica della trasformazione, ma Handanović è super nel respingere.

Nella ripresa il Southampton spinge sull’acceleratore e costringe l’Inter in difesa con Ward-Prowse sugli scudi che esalta due volte Handanović su due conclusioni da fuori area. Il gol è ormai nell’aria e i Saints ribaltano il risultato nel giro di cinque minuti: su calcio d’angolo Romeu colpisce la traversa, ma sulla respinta il tap-in di van Dijk batte il portiere neroazzurro. La doccia fredda per l’Inter arriva al minuto 69 quando, da un cross proveniente dalla sinistra, il pallone carambola su Nagatomo e termina alle spalle di un incolpevole Handanović. La reazione della squadra di Vecchi non si fa attendere, ma i tiri diretti verso Forster sono tutti velleitari e la partita finisce così con la vittoria in rimonta del Southampton.

 

SOUTHAMPTON-INTER 2-1 (0-1)

Southampton (4-2-3-1): Forster 6; Martina 5.5; Yoshida 6, van Dijk 7.5, McQueen 6; Romeu 6.5, Ward-Prowse 6.5; Højbjerg 6, Redmond 6, Tadić 5 (77′ Davis 6); Rodriguez (59′ Austin 6). A disp.: Lewis, Fonte, Bertrand, Clasie, Boufal. All.: Puel 6.5.
Inter (4-2-3-1): Handanović 7; D’Ambrosio 5.5, Miranda 6, Ranocchia 6.5, Nagatomo 5; Medel 6 (74′ Éder 6), Gnoukouri 5.5 (82′ Melo sv); Candreva 5.5 (90′ Biabiany sv), Banega 4.5, Perišić 5; Icardi 6.5. A disp.: Carrizo, Murillo, Ansaldi, Santon. All.: Vecchi 5.5.
Arbitro: Pawel Gil (Polonia).
Marcatori: 33′ Icardi (I), 64′ van Dijk  (S), 69′ aut. Nagatomo (S).
Note – Ammoniti: Ward-Prowse (S); Candreva, Medel, Miranda (I).

Rodella Alessandro
Rodella Alessandro
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".

MondoPallone Racconta… Fuorigioco: Giorgio Chinaglia

Nella prima metà degli anni '70 ha imperversato in Italia un centravanti di grande stazza fisica, debordante tanto in area avversaria quanto con il...
error: Content is protected !!