Immobile salva l’Italia, Macedonia stesa 3-2 in zona Cesarini

-

Serata dalle mille emozioni per l’Italia in Macedonia: gli azzurri di Ventura passano in vantaggio con il gol del granata Belotti, ma nel secondo tempo vengono travolti dall’impeto macedone che ribalta la partita in due minuti con i gol di Nestorovski e Hasani. Sull’orlo del baratro, gli azzurri trovano la forza di reagire, e grazie a una doppietta del laziale Immobile ribaltano in zona Cesarini il risultato centrando un successo fondamentale in ottica Russia 2018.

L’Italia parte decisa a dettare il ritmo della partita, ma al secondo minuto è scoperta sulla prima palla gol della partita, con Pandev che in contropiede è murato all’ultimo istante da Buffon. Gli azzurri presidiano con costanza l’area di rigore faticando però a creare occasioni, e anzi è il palermitano Nestorovski a sfiorare la rete cogliendo la traversa a Buffon battuto con un  bolide dai trenta metri. Il legno macedone desta l’Italia, che di lì a poco impegna Bogatinov con Immobile prima di passare in vantaggio con Belotti che al 24′ trova il primo centro in maglia azzurra. Volitiva, ma poco equilibrata, l’Italia rischia in un paio di circostanze di subire il pari macedone, ma al riposo porta l’1-0 siglato Belotti.

Gli scricchiolii azzurri del primo tempo, coperti dal gol di Belotti, si tramutano nell’incredibile black-out azzurro di avvio di ripresa, con la Macedonia che domina l’Italia e in due minuti mette la freccia con Nestorovski (57′) bravo ad approfittare di un clamoroso errore di Verratti e Hasani (59′) a finalizzare un letale contropiede. Sulle ali dell’entusiasmo i balcanici mettono alle corde un Italia a tratti imbarazzante, salvata da Buffon al 71′ sul colpo di testa di Mojsov sugli sviluppi di un calcio di punizione; scampato il pericolo, l’Italia trova un 2-2 impensabile fino a qualche minuto prima, con Immobile puntuale all’appuntamento con il gol su cross basso di Candreva. Il gol del laziale spegne l’entusiasmo macedone, con l’Italia che torna a spingere sugli esterni fino al fischio finale trovando al 92′, con il cross di Candreva per la testa di Immobile, una vittoria tanto immeritata quanto preziosa.

MACEDONIA-ITALIA 2-3 (0-1)

Macedonia (3-5-2): Bogatinov 6; Mojsov 6, Šikov 7, Ristevski 5.5; Ristovski 6.5, Spirovski 6, Hasani 7 (83′ Trajčevski sv), Zhuta 5 (46′ Ibraimi 6.5), Alioski 7; Nestorovski 7 (69′ Petrović 5), Pandev 7. A disp.: Zahov, Siskovski, Tričkovski, Gjorgjev, Stjepanović, Jahović. All.: Angelovski 7.
Italia (3-5-2): Buffon 6; Barzagli 6, Bonucci 5.5, Romagnoli 6; Candreva 7, Bernardeschi 5 , Verratti 5.5, Bonaventura 6 (64′ Parolo 6.5), De Sciglio 5.5; Immobile 7.5 , Belotti 6 (83′ Eder sv). A disp.: Donnarumma, Perin, Criscito, Darmian, Ogbonna, Astori, Florenzi, De Rossi, Benassi. All.: Ventura 6.
Arbitro: Eriksson (Svezia).
Marcatori: 24′ Belotti (I), 57′ Nestorovski (M), 59′ Hasani (I), 75′ e 90’+2 Immobile (I)
Note – Ammoniti: Aliovski, Spirovski, Ibraimi, Petrović (M); Parolo (I).

Michael Anthony D'Costa
Michael Anthony D'Costa
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.

MondoPallone Racconta… I 50 anni di “Air” Riedle

Il 16 settembre ha compiuto mezzo secolo uno dei migliori colpitori di testa degli anni Novanta: si tratta di Karl-Heinz Riedle, centravanti non eccessivamente...
error: Content is protected !!