Fantacalcio Serie A 2016/17: alla scoperta di… Ádám Nagy

Ádám Nagy, classe ’95, da poco approdato al Bologna come centrocampista, ha esordito nella Nazionale ungherese il 7 settembre 2015, nella partita contro l’Irlanda del Nord, nelle Qualificazioni per l’Europeo 2016 (durante il quale è stato elencato fra i migliori 10 giovani talenti). Alto circa 178 cm e con un peso di 74 kg, il giocatore ungherese riesce a calciare indifferentemente e in maniera più che efficace con entrambi i piedi e ha acquisito nel corso della sua carriera (anche se ancora breve) ottime capacità tecniche e tattiche.
Arrivato il 14 luglio 2016 al Bologna dal Ferencváros per ben un milione e mezzo, il nostro centrocampista possiede l’importante dote dell’agilità (aiutato in questo anche dal suo fisico snello e resistente) e predilige i passaggi corti a quelli lunghi, giocando prevalentemente come mediano.

Dopo le prime esperienze nel Goldball ’94 FC, nel Tabani Spartacus SKE e nel Szent István SE e a seguito del breve soggiorno al Futsal Club Aramis Sport Egyesület, Nagy ha fatto il suo esordio nel calcio che conta col Ferencváros, firmando il contratto il 13 agosto 2013 e militando inizialmente nella seconda squadra in terza divisione. Ha segnato il suo primo gol il 30 agosto 2015 nella partita (vinta 7-0) a Ebes, il 12 maggio 2015 è arrivato finalmente il suo debutto ufficiale in prima squadra, giocando in casa contro l’Honvéd nella Coppa di Lega. Tra i maggiori titoli acquisiti è da menzionare principalmente, il 2 aprile 2016, la vittoria del campionato ungherese con il Ferencváros per la stagione 2015-16.

Lo prendiamo al Fantacalcio? Per il momento forse è meglio di no. Nagy è un giocatore giovanissimo e più che promettente, con un ottimo potenziale, ma ancora non espresso perfettamente, per cui forse la scelta migliore per ora è quella di non rischiare prendendolo nel Fantacalcio, considerando anche la sua completa assenza di reti in 37 presenze totali tra campionato e coppe. Di certo, è un centrocampista costante nel suo rendimento e riesce spesso a fare la differenza con le sue prestazioni ma, dovendo scegliere all’interno di un’ottima rosa di centrocampo, Nagy non sarebbe certamente la prima (e neanche la seconda) scelta, almeno per il momento.

 

Condividi
Siciliana amante della sua terra, insegnante e aspirante giornalista, innamorata della letteratura e appassionata di sport, anche se troppo pigra per praticarne uno.