Classica di San Sebastián 2016: favoriti e consigli per le scommesse

Ecco i nostri pronostici e consigli per le scommesse della Classica di San Sebastián 2016.

I favoriti

Adam Yates: vincitore dell’edizione 2015, il corridore britannico ritorna alla Classica di San Sebastián dopo una prestazione superlativa al Tour de France, chiuso al 4° posto in classifica generale e indossando la maglia bianca di miglior giovane sul podio di Parigi. Probabilmente è nel miglior momento della sua carriera, ma proprio per questo, e anche per essere il vincitore dell’edizione 2015 della corsa, sarà un osservato speciale dagli altri grandi nomi. Adam Yates è così chiamato a fare l’ennesimo salto di qualità: vincere non da outsider, ma da favorito.

Greg Van Avermaet-Philippe Gilbert: dopo la coppia di capitani presentata al Tour de France, la squadra americana ripropone la soluzione della doppia punta anche per la Classica di San Sebastián. C’è tanta voglia di rivalsa in casa BMC dopo la sfortunata edizione dello scorso anno, in cui una sciagurata azione della moto ripresa fece cadere un Greg Van Avermaet involato verso il successo, con la squadra rossonera che dovette accontentarsi del 2° posto al traguardo con Philippe Gilbert. I capitani della squadra saranno sempre loro anche in questo 2016, e con un pizzico di fortuna in più la vittoria può essere alla portata.

Alejandro Valverde: quando si parla di corse di un giorno, il murciano c’è sempre. Costantemente tra i migliori per tutto l’arco della stagione, da febbraio fino a ottobre, le caratteristiche uniche del capitano della Movistar lo rendono corridore adatto a qualsiasi tipo di percorso. Alla Classica di San Sebastian Alejandro Valverde ha già alzato le braccia in due occasioni – 2008, 2014 – e anche in questo 2016 l’Embatido è accreditato da molti come l’uomo da battere.

Daniel Martin-Zdeněk Štybar: consueta coppia di capitani della Etixx Quick-Step (con Zdeněk Štybar a sostituire l’assente Julian Alaphilippe) per quanto riguarda le corse di un giorno su percorsi vallonati. L’irlandese potrebbe essere l’uomo ideale per attaccare da lontano e far esplodere la corsa, mentre il corridore ceco correrà probabilmente in marcatura dei grandi favoriti, Alejandro Valverde su tutti. Una tattica sulla stessa falsa riga di quanto impostato per le classiche delle Ardenne, sperando in una corsa più aggressiva che possa portare a qualcosa in più di un piazzamento sul podio.

Joaquim Rodríguez: forse il migliore nell’ultima settimana di Tour de France, chiuso dallo spagnolo al 7° posto in classifica generale. Alla Classica di San Sebastián vanta già tanti piazzamenti, seppur l’uomo Katusha non sia ancora riuscito a inserire la corsa basca nel suo ampio palmarés. L’importante novità nel finale di questa edizione 2016 della corsa – la scalata di Murgil Bidea (1.8 km con pendenza media del 10.5 % e brevi tratti che sfiorano addirittura il 20 %) – potrebbe però servire da trampolino di lancio proprio per un’azione di Purito Rodríguez. Calano di molto invece le possibilità dello spagnolo in caso di un arrivo in volata con Alejandro Valverde, Philippe Gilbert, o Greg Van Avermaet, tutti corridori sulla carta più veloci di lui allo sprint.

Gli outsiders: Luis León Sánchez, Bauke Mollema, Tony Gallopin, Roman Kreuziger, Michał Kwiatkowski.

I nostri consigli per le scommesse:

Greg Van Avermaet – in uscita da un Tour de France vissuto da protagonista, con un successo di tappa e diversi giorni in maglia gialla, il corridore belga ritorna a quella Classica di San Sebastián che nel 2015, prima dello sfortunato incidente con la moto ripresa, sembrava avere già in pugno. È probabilmente un anno che l’uomo BMC aspetta questa corsa e siamo sicuri che, almeno in quanto a cattiveria agonistica, Greg Van Avermaet questo sabato avrà qualcosa in più degli altri.

Alziamo le quote:

Diego Ulissi – dopo il 10° posto ottenuto alla Classica di San Sebastián nel 2012, il corridore livornese ritorna per la prima volta sulle strade basche e su un percorso che ben si adatta alle sue caratteristiche. Al Giro di Pologna, corsa disputata a metà luglio, l’uomo della Lampre-Merida non è mai stato protagonista, ma la condizione in questo finale di stagione dovrebbe tornare su ottimi livelli. Un Diego Ulissi in ottima forma fisica potrebbe essere una piacevole sorpresa per i colori azzurri nel finale di questa corsa.

Testa a testa:

Alejandro Valverde vs Daniel Martin

Greg Van Avermaet vs Philippe Gilbert

Warren Barguil vs Bauke Mollema

Michał Kwiatkowski vs Tony Gallopin

Joaquim Rodríguez vs Adam Yates

Mikel Nieve vs Mikel Landa