Francia 2016 – L’Ungheria vola con Szalai e Stieber: Austria battuta 2-0

 

Tutti si aspettavano l’Austria, ma il Girone F dell’Europeo si apre con una sorpresa, la vittoria dell’Ungheria: decidono la gara le pesantissime reti di Szalai al 62′ e di Stieber all’87’. Gli ungheresi conquistano tre punti importantissimi, che in ottica qualificazione, considerando anche il ruolo chiave del terzo posto, potrebbero essere fondamentali.

Sin dalle prime battute di gioco, è l’Austria a fare la partita con l’Ungheria che, in virtù del baricentro molto basso, riesce a non scoprirsi. Tra le fila degli austriaci è Alaba a guidare le sortite offensive, colpendo addirittura un palo dopo pochissimi secondi. Ma la gara sembra accendersi solo dopo la mezz’ora: al 35′ Junuzović, col destro, trova la pronta risposta di Király, poi al 43′ è Dzsudzsák ad avere l’opportunità di portare gli ungheresi in vantaggio, ma il suo diagonale si spegne sul fondo. Il primo tempo, davvero equilibrato, termina così a reti inviolate.

La musica sembra non cambiare anche nella ripresa, nonostante la grande parata al 55′ di Almer su Dzsudzsák, che con un tiro dalla distanza ha provato a portare i suoi in vantaggio. Al 62′, però, arriva la svolta: l’Ungheria si porta in vantaggio grazie alla rete di Szalai, che servito da Kleinheisler batte il portiere avversario. La gara si mette male, ulteriormente, per gli austriaci, che restano in dieci a causa dell’espulsione di Dragović. Al 72′ a provarci è Németh ma stavolta Almer non si lascia sorprendere. E all’87’ arriva il raddoppio con Stieber dopo un contropiede perfetto: servito da Priskin, il centrocampista del Norimberga non si è lasciato sfuggire l’occasione. Il finale non riserva particolari pericoli, eccezion fatta per la punizione calciata non benissimo da Arnautović: l’Ungheria batte 2-0 l’Austria e conquista i primi tre punti della sua avventura europea.

AUSTRIA-UNGHERIA 0-2 (0-0)

Austria (4-2-3-1): Almer 6.5; Klein 6, Dragović 4, Hinterregger 6, Fuchs 6; Baumgartlinger 5.5 (77′ Schöpf sv), Alaba 6; Harnik 5, Junuzović 5.5 (58′ Sabitzer 5.5), Arnautović 5; Janko 4.5 (64′ Okotie 5.5). A disp.: Lindner, Özcan, Garics, Ilsanker, Suttner, Prödl, Wimmer, Hinterseer, Jantscher. All.: Koller 5.
Ungheria (4-1-4-1): Király 6.5; Fiola 6, Guzmics 6.5, Lang 6.5, Kádár 6; Gera 6.5; Németh 6 (88′ Pintér sv), Nagy 6, Kleinheisler 6.5 (79′ Stieber 7), Dzsudzsák 6.5; Szalai 7 (68′ Priskin 6.5). A disp.: Dibusz, Gulácsi, Korhut, Bese, Juhász, Elek, Kleinheisler, Lovrencsics, Böde, Nikolić. All.: Storck 7.
Arbitro: Clément Turpin (Francia).
Marcatori: 62′ Szalai (U), 87′ Stieber (U).
Note – Ammoniti: Németh (U). Espulsi: Dragović (A) al 65′ per doppia ammonizione.