MondoPallone Racconta… Benzema e i ripudiati di lusso

È di ieri la notizia della decisione da parte della Federcalcio francese di escludere Karim Benzema dai prossimi Europei. Il “Sexgate” con protagonisti l’attaccante del Real Madrid ed il collega Mathieu Valbuena, ha prodotto così un allontanamento forzato dalla Nazionale del miglior attaccante transalpino: non il massimo in ottica Euro 2016. Ma Benzema non è stato il primo.

1988, Cantona e l’intervista della discordia

Cantona Euro 92

Dire che Èric Cantona ha avuto una carriera costellata di polemiche, liti, ritiri, ritorni, squalifiche…è nient’altro che la pura verità. Ma difficilmente si assisterà di nuovo a ciò che combinò nel 1988 in un’intervista televisiva: frustrato per la scarsa considerazione del C.T. Henri Michel, – che, va detto, era stato anche colui che lo aveva fatto debuttare in Nazionale l’anno prima – dopo la gara tra Francia e Cecoslovacchia per cui non era stato preso in considerazione, sfogò ai microfoni la sua rabbia, definendo Michel nientemeno che “sac à merd“. In aggiunta, dichiarò che finché Michel sarebbe rimasto in carica, non avrebbe più giocato in Nazionale. Il polverone creato fu enorme, e portò Cantona all’esclusione dalla rappresentativa fino al 30 giugno 1989. Riprese l’attività con la Francia, ma fino al 1995: il famoso calcio volante sferrato al tifoso del Crystal Palace interruppe definitivamente la sua storia con la Nazionale dopo 45 presenze e 20 reti.

2012, M’Vila e le ore piccole

Yann M'VilaYann M’Vila è stato uno dei volti nuovi francesi più interessanti di inizio decennio. Centrocampista difensivo di grandi doti fisiche e ferocia nei contrasti, venne preconvocato (venendo poi escluso) per il Mondiale 2010. Poi, dopo la rassegna sudafricana, il C.T. Laurent Blanc lo inserì in rosa stabilmente e lo impose come titolare. Disputò Euro 2012, ma venne squalificato per un match per non aver stretto la mano a Blanc dopo la sostituzione contro la Spagna. A 22 anni aveva già collezionato 22 presenze con la Francia. Poi, nel novembre dello stesso anno, venne fermato dalla Federazione per un anno e mezzo: motivo? Uscita notturna non autorizzata durante il ritiro con l’Under 21, insieme ad altri 4 compagni, prima del retour-match contro la Norvegia. Che, per inciso, vide l’eliminazione dei transalpini. Squalificato fino al 30 giugno 2014, non ha più rappresentato i colori francesi, diventando nel frattempo lontano parente del bel giocatore ammirato anni prima.

2016, un video inguaia Benzema

Benzema Francia PPKarim Benzema, altra personalità controversa. Nel 2015 viene coinvolto in una brutta storia, un tentato ricatto al compagno di Nazionale Mathieu Valbuena. Tutto nasce da un video hard, con protagonista Valbuena. Il giocatore del Lione riceve una telefonata anonima, in cui gli vengono richiesti 150 mila € per non diffondere il filmato. Valbuena denuncia il fatto alle autorità, ma il peggio deve ancora succedere: Benzema viene intercettato telefonicamente durante una conversazione con un amico, in cui rivela di aver partecipato attivamente alla vicenda. Interrogato sui fatti, viene disposto il suo fermo per 24 ore. La Federcalcio francese sospende immediatamente il giocatore dalla Nazionale, in attesa che il procedimento stabilisca le responsabilità dell’attaccante del Real Madrid. Per questo motivo, ieri il Presidente federale De Graët ed il C.T. Didier Deschamps hanno deciso di estromettere il giocatore dalle convocazioni per Euro 2016. La condotta non esattamente esemplare di Benzema è stata giudicata più pesante rispetto ai valori tecnici in ballo.

Condividi
Cagliaritano, classe '81. Pazzo per Brera, Guerin Sportivo e Panini. Da anni membro di MP: principalmente ed inevitabilmente, per scrivere sulla storia del calcio. Italiano ed internazionale.