Europa League – Lech Poznań-Fiorentina 0-2: i viola rialzano la testa

-

In Polonia, Lech Poznań-Fiorentina finisce 0-2. Importantissima vittoria dei toscani in trasferta, che con questo risultato si rilanciano all’interno del girone e possono guardare con più tranquillità al proseguo della loro avventura europea. La partita è nel segno di Iličić, autore di una doppietta con due bellissimi gol. Ma l’ottima prestazione è di tutta la squadra, capace di rimanere tutti e novanta minuti in partita e creare sempre azioni offensive, anche grazie al prezioso sostegno di mister Sousa.

A Poznań, il calcio d’inizio spetta ai padroni di casa. La prima azione arriva al 2′ con Suárez, che prova un tiro a giro da fuori area: la palla finisce larga sul fondo. Un minuto dopo di nuovo la Fiorentina con Vecino, che dalla distanza prova una conclusione: la palla è troppo centrale e Burić para senza problemi. Primi cinque minuti prevalentemente di studio tra le formazioni, dove i viola mettono in evidenza il loro caratteristico possesso palla. All’8′ si vedono per la prima volta i polacchi nell’area dei toscani: sullo sviluppo di una punizione di Linetty, Pawlowsky da fuori area sfiora il palo destro con un rasoterra. Kamiński si fa vedere avanti al 16′, con un tiro violento dalla distanza sulla ribattuta di una punizione centrale; Sepe si fa trovare ben posizionato. Nei primi 20′, i polacchi mettono in mostra delle ottime chiusure difensive, efficacissime per limitare le ripetute azioni offensive dei fiorentini. Al 22′ viene dato un fuorigioco (inesistente) a Bernardeschi sugli sviluppi di una sua azione personale; la giocata poteva rivelarsi importante per i viola. Al 23′ Fernández ci prova da fuori dopo un’azione movimentata: il suo destro a giro sfiora il palo lontano. Rossi ci prova al 27′, tirando male in area di rigore; pecca di egoismo, poichè poteva servire il compagno. I viola sprecano ancora un minuto dopo, dove Fernández batte un angolo che finisce direttamente tra le braccia del portiere polacco. Si rivedono al 31′ i padroni di casa in attacco, ancora con Pawłowski da fuori: il tiro non è pericoloso. Di nuovo i polacchi pericolosi al 33′, dove Linetty tira alto davanti la porta. Dopo un’azione insidiosa, Błaszczykowski ci prova al 36′: la posizione angolatissima non lo aiuta nella finalizzazione e il pallone non crea nessun pericolo. Punizione per il Lech al 39′: Linetty mette in mezzo per la testa di Kedziora, con il difensore che si rende pericoloso in area avversaria. Al 41′ arriva lo spettacolare vantaggio della Fiorentina: Iličić firma con una punizione a giro che s’insacca nel sette. Il primo tempo si conclude con i toscani avanti.

Nei primi minuti del secondo tempo i ragazzi di Urban provano a portarsi in avanti, ma soffrono tantissimo le ripartenze verticali dei viola. Nei primi dieci minuti della ripresa non ci sono azioni degne di nota, anche se i toscani cercano in tutti i modi di rimanere alti attaccando l’area avversaria. Al 56′ lampo di Rossi, che dopo aver saltato un avversario viene murato da Kędziora davanti la porta. Bernardeschi spara alto al 61′ da dentro l’area; poteva sfruttare molto meglio questa occasione. Al 63′ Fernández prova forzatamente dalla distanza, facendo uscire un tiro brutto e sbilenco. Al 66′ torna il Lech avanti con Pawłowski, che servito in area spreca tirando altissimo. Al 73′, Hämäläinen prova al volo da fuori, rendendosi molto pericoloso. Lovrencsics ci prova al 78′ di forza e precisione, sfiorando dalla distanza il palo sinistro. Al 82′ raddoppia la Fiorentina in contropiede: doppietta con falcata e “scavetto” di Iličić. All’87’ i polacchi provano a diminuire lo svantaggio con Gajos, che di testa prova a trasformare una punizione dalla destra. Kalinic, dopo essersi smarcato al 90′, prova da posizione angolata il destro; il portiere polacco para senza preoccupazioni. La Fiorentina chiude con lo 0-2 in trasferta, facendo vedere un ottimo gioco per tutta la partita. Bravissima a sfruttare tutte le azioni favorevoli, chiude la partita grazie all’ottimo Iličić. Il giocatore sloveno è autore di una bellissima doppietta, rivelandosi letale per i propri avversari. Male il Lech Poznań, che nostante giochi in casa, fa una partita prevalentemente in difesa (arriva ad avere sette uomini sulla linea di porta) senza creare azioni insidiose.

Lech PoznańFiorentina 0-2 (0-1)

Lech Poznań (4-5-1): Burić 6; Kędziora 6.5, Kamiński 6, Dudka 5, Kádár  5; Trałka 5, Tetteh 6 (73′ Thomalla), Formella 6.5 (59′ Lovrencsics 6), Pawłowski  6.5, Linetty 6.5; Hämäläinen 6 (76′ Gajos 6). A disp.: Gostomski; Douglas, Ceesay, Arajuuri. All.: Urban 6.
Fiorentina (3-4-2-1): Sepe 6.5; Tomović 6, Rodríguez 6, Astori 6.5; Bernardeschi 7, Błaszczykowski 6 (71′ Alonso 6), Vecino 6.5, Suárez 6 (79′ Badelj sv); Fernández  6.5; Iličić 8; Rossi 5.5 (62′ Kalinić 5.5). A disp.: Tatarusanu; Babacar, Roncaglia, Valero. All.: Sousa 7.
Arbitro: Halis Özkahya (Turchia)
Marcatori: 41′ e 82′ Iličić.
Note – Ammoniti: Linetty (L).

Andrea Rapisarda
Andrea Rapisarda
Nato a Ostia (RM), laureato in Scienze della Comunicazione; ha lavorato per giornali online e la radio. Collabora nell'associazionismo e tifa Lazio. Aspira a diventare giornalista.

I dieci incubi del tifoso dell’Inter

La propria squadra del cuore, si sa, oltre alle gioie provocate per un gol o una vittoria, riesce a regalare ai propri tifosi anche...
error: Content is protected !!