Super League greca – Rodrigues e Athanasiadis premiano un grande PAOK, spettacolare 2-1 sull’AEK

-

Il derby delle bicefale torna sui campi di Super League dopo due stagioni e la parola d’ordine per entrambe le formazioni è vincere. Tudor ripropone Rodrigues sulla fascia sinistra, dall’altra parte c’è Konstantinidis e in avanti il ritrovato Klaus con Mak e Pelkas a supporto. Dellas schiera un inedito centrocampo a tre (dentro Anakoglou) e sostituisce Chrisantus con Aravidis, supportato da Vargas e Buonanotte.

La partita vede le due squadre affrontarsi a viso aperto, con l’AEK che tiene palla per il primo quarto d’ora, concedendo poche azioni pericolose, comunque chiuse da un ottimo Tzanetopoulos. La prima interruzione per lancio di oggetti arriva al 15′ e da lì in poi è il PAOK a prendere in mano le redini della gara, tenute saldamente da un grande Rodrigues, vera spina nel fianco per Rodrigo Galo. Il capoverdiano va al tiro al 21′ dopo un dribbling ubriacante di Mak, per poi riprovarci al 29′ trovando la risposta del portiere. Baroja tiene letteralmente in piedi i suoi dalla mezz’ora in poi, parando due conclusioni di Pelkas (la prima derivante da una bella triangolazione con Athanasiadis), ma soprattutto sventando due occasioni colossali: prima Rodrigues, poi Mak si trovano da soli in area, ma vengono ipnotizzati dal goalie venezuelano, l’unica vera causa dello 0-0 a fine primo tempo.

Gol sbagliato/i, gol subito, questa regola vale anche tra un tempo e l’altro: al 47′, l’AEK si porta in vantaggio con un’incornata di Aravidis su punizione proprio di quel Vargas che aveva molto deluso nei primi 45 minuti. Olsen ha di che sentirsi in colpa, palesando ancora grossi limiti nelle uscite. Il PAOK prova a rimettere insieme i pezzi, prima col colpo di testa di Athanasiadis, poi col tiro improvviso di Tzavellas su corner, ben parato ancora una volta da Baroja. Tudor sente la fame dei suoi e mette il turbo alla squadra, inserendo Berbatov. Detto, fatto: passano cinque minuti e Rodrigues segna il meritato pareggio mandando sul palo e poi in rete un pallone che filtra dopo un tiro di Mak. Il PAOK vuole vincere e ha i suoi giocatori più efferati in Mak e l’eterno Rodrigues: il primo si beve costantemente Soiledis e impegna Baroja, il secondo consegna un gran pallone a Berbatov, che manda fuori. L’AEK torna a far capolino invocando un rigore per fallo di Kaçe ai danni di Simões, che rimane in campo (sostituzioni esaurite) pur zoppicando vistosamente. Il rigore viene invece concesso al PAOK all’84’, quando Soiledis atterra Tziolis: sul dischetto va Athanasiadis, che segna il definitivo 2-1. Un paio di spaventi e poi il triplice fischio: grande prova dei bianconeri, che hanno dominato la gara e mantenuto i nervi saldi dopo l’iniziale svantaggio. Tudor vola a 7 punti, raggiungendo Dellas.

 

PAOK SALONICCO – AEK ATENE: 2-1 (0-0)

PAOK (3-4-2-1): Olsen 5,5; Miguel Vitor 6, Ricardo Costa 5,5, Tzavellas 6; Konstantinidis (59′ Berbatov 6), Sabo (46′ Kaçe 6), Tziolis 6, Rodrigues 7,5; Pelkas 6, Mak 7; Athanasiadis (89′ Malezas sv). A disp.: Glykos, Charisis, Kitsiou, Jairo. All.: Tudor

AEK (4-3-2-1): Baroja 7; Rodrigo Galo 5, Kolovetsios 6, Tzanetopoulos 6, Soiledis 4,5; André Simões 6, Johansson 5,5, Anakoglou 5,5 (76′ Platellas sv); Vargas 5,5 (55′ Barbosa 5), Buonanotte 5,5 (67′ Mandalos 5,5); Aravidis 6,5A disp.: Anestis, Lampropoulos, Dídac Vilá, Chrisantus. All.: Dellas

Arbitro: Tasos Sidiropoulos
Marcatori: 47′ Aravidis (A), 64′ Rodrigues (P), 85′ rig. Athanasiadis (P)
Note: ammonizioni: Konstantinidis, Tziolis, Tzavellas (P), Vargas, Buonanotte, André Simões, Mandalos (A)

Francesco Piacentini
Francesco Piacentini
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey.

MondoPallone Racconta…Inter-Milan, storia dei “tradimenti” in città

Benvenuti alla prima puntata di una nuova rubrica, dal nome MondoPallone Racconta. Uno spazio che vuole unire l'attualità incalzante ai ricordi del passato, aggiungendo...
error: Content is protected !!