MotoGP, qualifiche Argentina 2015: Márquez pole disumana, 3° Iannone, 8° Rossi

Al termine della Q1 sotto al sole dell’Argentina è Bradley Smith a finire davanti a tutti e a conquistare un posto nella Q2, insieme a Hector Barbera, finito secondo. Pol Espargaró, invece, nonostante fosse stato il più veloce del weekend, è finito a oltre un secondo dal compagno di squadra, che va a giocarsi le sue chance in Q2 contro i top team.

La Q2 parte subito fortissimo: Lorenzo e Márquez si rispondono giro veloce contro giro veloce, con l’1:38.200 del 93 della Honda che batte di poco l’1:38.400 del pilota Yamaha. Rossi gira un secondo più lento, mentre Dovizioso ferma il cronometro a 6 decimi dal campione del mondo.
Nella seconda tornata di giri veloci Espargaró parte subito forte e si porta a un solo decimo da Márquez, ma il campione del mondo fa qualcosa di incredibile e abbassa di altre 3 decimi il suo giro migliore, segnando un 1:37.873 davvero difficile da battere.
Iannone e Crutchlow in coppia si migliorano a due minuti dalla fine e si portano terzo e quarto, Rossi si migliora, ma non basta a scalare posizioni e, anzi, viene scavalcato da Petrucci proprio sulla bandiera a scacchi.
Chi invece riesce a migliorare il tempo di Márquez è proprio lo stesso Márquez, che abbassa la pole di 71 millesimi facendo un altro giro stratosferico.

Buonissima prestazione della Suzuki con il secondo posto di Espargaró, mentre ancora bene le Ducati con il terzo posto di Iannone e il sesto di Dovizioso. Male le Yamaha ufficiale, con il quinto posto di Lorenzo e l’ottavo di Rossi, ma, soprattutto, i tempi altissimi rispetto ai primi.

RISULTATI QUALIFICHE ARGENTINA 2015

1. Márquez Honda Repsol +1:37.802
2. Espargaró A. Suzuky Ecstar +0.514
3. Iannone Ducati Team +0.665
4. Crutchlow CWM LCR Honda +0.683
5. Lorenzo Yamaha Movistar +0.683
6. Dovizioso Ducati Team +0.718
7. Petrucci Pramac Racing +0.984
8. Rossi Yamaha Movistar +1.088
9. Viñales Suzuky Ecstar +1.385
10. Smith Monster Yamaha Tech 3 +1.395
11. Redding Estrella Galicia +1.578
12. Barbera Avintia Racing +1.795

Condividi
Twitter addicted, vive di calcio. In campo è convinto di essere Pirlo, ma in realtà è un Carrozzieri qualunque. Per lui il trequartista è una questione di principio.