Sudamericano Sub-20: Argentina e Brasile a valanga, finisce 0-0 invece Uruguay-Colombia

-

L’Argentina in un colpo solo si qualifica per i Mondiali in Nuova Zelanda, si assicura almeno il secondo posto che vale lo spareggio per accedere alle Olimpiadi ed è a un passo dal titolo. Tutto questo dopo la vittoria netta per 3-0 su un Paraguay ormai con la testa già al ritorno a casa. La doppietta di Giovanni Simeone (nove reti in questo Sudamericano Sub-20) e il gran gol di Leo Rolón permettono alla squadra di Grondona di salire a dieci punti e di staccare l’Uruguay, bloccato sullo 0-0 dalla Colombia. Altra prova superlativa dell’attaccante di proprietà del River Plate: rete dell’1-0 al 18′ su assist di Correa e terzo gol (su un bellissimo assist di Monteseirín a scavalcare la difesa) da vero centravanti infallibile nell’uno contro uno con il portiere. Nel mezzo anche un rigore sbagliato alla fine del primo tempo. Il 2-0 è invece tutto merito di Leo Rolón (espulso nel finale, salterà l’Uruguay), bravo a battere Coronel con una gran botta dalla distanza. Quello che ha portato l’Argentina a un passo dal titolo (basterà non perdere contro l’Uruguay) sono la qualità e continuità di tutti i suoi giocatori offensivi: Correa, Simeone, Rolón, Martínez ed Espinoza sono tutti infatti capaci di fare la differenza e Grondona li tiene sempre in campo, conscio che possono fare una giocata decisiva anche se non sono in giornata.

Sabato per l’Uruguay ci sarà una sola possibilità per alzare il trofeo e qualificarsi direttamente alle Olimpiadi: battere l’Argentina. La Celeste infatti non è riuscita a superare l’ostacolo Colombia e ora dovrà compiere l’impresa nell’ultima partita. Merito anche della squadra di Restrepo, ancora imbattuta in questo esagonale (vero anche che ha vinto solo la sfida contro il Perà) e ormai certa del quarto posto, l’ultimo valido per andare ai Mondiali.. Due sono state le grandi occasioni per i padroni di casa: Pereiro nel primo tempo ha scaricato un gran tiro a botta sicura ma ha trovato sulla sua strada un ottimo Montero; nel finale invece il nuovo entrato Báez si è mangiato un gol incredibile prendendo in pieno il palo a porta praticamente vuota. La Colombia contro il Brasile dovrà fare a meno del suo giocatore più forte, Lucumí, espulso all’86’.

I verdeoro tengono vive le speranze di qualificarsi alle Olimpiadi battendo 5-0 il disastroso Perù. Thalles in attacco fa quello che vuole contro l’inguardabile difesa degli andini nella ripresa e in un quarto d’oro sono tre le reti realizzate dal Brasile: prima Nathan e poi Thalles con una doppietta frutto di due tiri dal limite dell’area. Per il Perù è notte fonda e c’è tempo anche per le reti di Malcom e Leo Pereira. Gallo dovrà comunque rammaricarsi per le partite precedenti, soprattuto per la sconfitta contro l’Argentina che non permette ai verdeoro di dipendere solo dai propri risultati nella corsa al secondo posto.

I risultati della 4/a giornata dell’esagonale finale:

Perù-Brasile 0-5 (48′ Nathan, 57′, 63′ Thalles, 72′ Malcom, 82′ Leo Pereira)
Argentina-Paraguay 3-0 (18′ Simeone, 51′ L. Rolón, 77′ Simeone)
Uruguay-Colombia 0-0

Classifica: Argentina 10, Uruguay 8, Brasile 7, Colombia 6, Paraguay 1, Perù 0.

Ultima giornata:

Paraguay-Perù
Brasile-Colombia
Argentina-Uruguay

Riccardo Bozzano
Riccardo Bozzano
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.

MondoPallone Racconta… Hillsborough, per non dimenticare

Il 15 aprile 1989 si verificò l'evento più tragico nella storia del calcio inglese, uno dei più terribili mai registrati. Allo stadio Hillsborough di...
error: Content is protected !!