Francia, D1 Féminine: il PSG cade nella sfida di cartello alla Gerland di Lione (2-1)

Coi ritmi dell’alta classifica, perdere è già decisivo. Oppure dire così è semplicemente farla troppo tragica, ma il risultato è arrivato e rischia di compromettere un’altra stagione del Paris Saint-Germain di calcio femminile: la programmazione, la crescita e il lavoro per raggiungere il livello dell’Olympique Lyonnais rischiano di venir compromessi dall’esito dello scontro al vertice di sabato 1 novembre, giocato allo Stade de Gerland. Sul campo in condivisione tra OL maschile e femminile, le campionesse in carica si sono imposte con punteggio di 2-1, al termine di una sfida chiusa con scarto di misura e importante sul piano della classifica.

Tabellino alla mano, OL avanti con la solita Lotta Schelin al 4′. Al gol della fuoriclasse svedese rispondeva prontamente Aurélie Kaci, che all’8′ superava Sarah Bouhaddi per rimettere tutto in discussione. La svolta nella ripresa: era appena passata l’ora di gioco quando Ada Hegerberg, che ha migliorato sensibilmente la sua media gol rispetto ai tempi di Potsdam in Frauen-Bundesliga, decideva la partita dell’anno, per il 2-1 definitivo.

Gli effetti della gara, giocata davanti alla splendida cornice di 10 mila spettatori (a quando in Italia?) del principale impianto di Lione, raccontano di un OL ora in vantaggio di 5 lunghezze sulle parigine inseguitrice, tallonata a loro volta dallo Juvisy, reduce dal poker all’Arras. Solo pari il Montpellier contro il Guingamp, Albi impeccabile sul Saint-Etienne.

Nei bassifondi della D1, strategico successo del Rodez al Gabriel-Voisin di Issy-lès-Moulineaux (2-3).

D1 Féminine – 8/a giornata

Lyon-PSG 2-1
Montpellier-Guingamp 0-0
Soyaux-Metz 5-2
Juvisy-Arras 4-0
Issy-Rodez 2-3
Albi-Saint-Etienne 1-0

d1 classifica 8a

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen.