L’Azerbaigian sfiora l’impresa, ma l’Italia trova la vittoria con la doppietta di Chiellini

A Palermo, in un Renzo Barbera praticamente tutto esaurito, l’Italia batte l’Azerbaigian 2-1 con la doppietta di Chiellini. Grande brivido per gli azzurri, che subiscono il momentaneo pareggio degli azeri al 75′ con una goffa autorete dello stesso Chiellini prima di riportarsi in vantaggio. Italia in testa a Gruppo H con la Croazia.

Antonio Conte si affida al “suo” 3-5-2, preferendo De Sciglio a Pasqual sulla fascia sinistra e inserendo a centrocampo Andrea Pirlo. Davanti confermata la coppia Immobile-Zaza. Al 5′ un errore della retroguardia azera favorisce la ripartenza degli azzurri, che si conclude con un tiro alto di Marchisio. Buona la fase difensiva dell’Azerbaigian nei primi venti minuti di gioco; l’Italia fa così fatica a costruire il gioco. Al 25′ opportunità da calcio d’angolo per Bonucci, che dà abbastanza forza al colpo di testa per battere Agayev. I giocatori azeri hanno grandi difficoltà a impostare il gioco, ma non se ne preoccupano troppo in quanto ovviamente il loro obiettivo è lo 0-0. Al 37′ buona occasione con Ranocchia, che non trova la porta con un colpo di testa dal centro dell’area. Passano sei minuti e, su un altro colpo di testa su calcio d’angolo di Pirlo, Chiellini porta in vantaggio l’Italia sfruttando un’uscita errata di Agayev. Il primo tempo si chiude 1-0, con gli azzurri che sono riusciti nel finale a sbloccare una partita “fastidiosa”.

La ripresa si apre con una splendida rovesciata di Zaza che termina di poco fuori. L’Italia è entrata in campo con un piglio decisamente diverso da quello dei primi 45 minuti di gioco e nel primo quarto d’ora di gioco costruisce diverse belle azioni sfiorando ripetutamente il 2-0. Al 67′ Zaza si divora un gol incredibile a pochi passi dalla porta azera, bello comunque l’assist di Darmian. Al 75′ succede l’incredibile: Chiellini e Buffon pasticciano su un calcio d’angolo di Nazarov e l’autorete del portiere azzurro regala l’insperato pareggio alla squadra di Vogts. L’Italia reagisce rabbiosamente e all’81’ trova il pareggio, ancora con un colpo di testa di Chiellini, lasciato libero dalla difesa azera sul traversone del neo entrato Giovinco. Ottimo impatto sulla partita di Giovinco, che colpisce una clamorosa traversa al 90′ con un bel tiro dal limite dell’area. Finisce 2-1 per l’Italia, che batte 2-1 un dignitoso Azerbaigian.

ITALIA-AZERBAIGIAN 2-1 (1-0)

Italia (3-5-2): Buffon 5.5; Ranocchia 6.5, Bonucci 6, Chiellini 6.5; Darmian (80′ Candreva sv), Florenzi 5.5 (77′ Giovinco 7), Pirlo 6.5 (73′ Aquilani 6), Marchisio 6, De Sciglio 6; Immobile 6, Zaza 5.5. A disp.: Sirigu, Perin, Ogbonna, Verratti, Poli, Pellè, Parolo, Destro, Pasqual. All.: Conte 6.
Azerbaigian (4-2-3-1): K. Agayev 5.5; Allahverdiyev 5.5, Guseynov 6, F. Sadygov 6.5, Qirtimov 5.5 (45′ Ramaldanov 6); Qarayev, Amirguliyev (86′ Nadirov sv); Nazarov 6.5, Aliyev 5.5, Abdullayev 5; Dadaşov 6 (59′ Hüseynov 5.5). A disp.: S. Agayev, Balayev, Guliyev, Yunuszade, Kurbanov, Ramazanov, Budak, Tashkin. All.: Vogts 6.
Arbitro: Göcek (Turchia).
Marcatori: 43′ Chiellini (I), 75′ aut. Chiellini (A), 81′ Chiellini (I).
Note – Ammoniti: 32′ Pirlo, 86′ Zaza (I); 11′ Dadaşov, 83′ Sadygov (A).