Sochi 2014: freestyle, il dramma della Lais Souza e l’addio forzato di Heidi Kloser

-

Il mondo del freestyle ha dovuto fare i conti con gravissimi incidenti che hanno colpito due mancate protagoniste di questi giochi olimpici invernali. Nei giorni scorsi il mondo dello sport è finito sotto shock per il dramma capitato alla ex ginnasta brasiliana Lais Souza, finita contro un albero durante una seduta di allenamento a Salt Lake City. Trasportata d’urgenza presso l’ospedale più vicino e successivamente trasferita a Miami, la Souza è rimasta paralizzata a causa delle serie lesioni alla colonna cervicale ed è costretta a respirare tramite l’ausilio di un macchinario. Le speranze di guarigione sono ridotte al minimo e le ultime speranze sono legate all’intervento degli specialisti che la seguiranno nei prossimi giorni.

Terminata prima della cerimonia d’apertura l’Olimpiade della statunitense Heidi Kloser. L’atleta si è infortunata nel corso di un allenamento effettuato ieri a Sochi e ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio, la frattura del femore e una contusione alla tibia. Specializzata nelle gobbe, la Kloser occupava attualmente il quarto posto nella classifica di specialità di Coppa del Mondo dove aveva ottenuto anche un podio, un secondo posto, nella tappa statunitense a Lake Placid.

Elia Modugno
Elia Modugno
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.

Mondo Pallone Racconta… 22 maggio 1963: la finale di Coppa Campioni...

Milano, mercoledì 22 maggio 1963, via Washington 70, sede della Borletti Spa. L'azienda, fondata nel secolo precedente, produce macchine per cucire, ed è anche...
error: Content is protected !!