Eurobasket 2013: Italia sconfitta dalla Croazia 76-68. Non bastano i 24 punti di Datome

Grande sfida quella tra Croazia, la formazione più in forma dell’Europeo, e Italia, la sorpresa più bella di questi campionati. Gli Azzurri, dopo la sconfitta contro la Slovenia, si ripresentano sul parquet di gioco con una rinnovata forza mentale. L’impatto sul match, infatti, è devastante per il quintetto di Simone Pianigiani, partenza a razzo per Belinelli e compagni che sorprendono dal punto di vista difensivo i croati e sull’11-6 Jasmin Repeša è costretto a chiamare timeout. Italia che prova ad allungare nel finale di tempo chiudendo sul 17-8 la prima frazione di gioco. Al rientro sul rettangolo di gioco tentativo di fuga per la nostra nazionale con un motivatissimo Trevis Diener (5 punti) e Belinelli che però non concretizza il gioco da tre sul 26-13. Bogdanovic sale di livello (7 pt) riportando sotto la Croazia (32-28) poi si va avanti solo con i tiri liberi fino ai canestri finali di Datome (10 pt) e Zoric (3 pt). Si va dunque al riposo sul 36-31 sempre in favore dell’Italia che riesce a tenere bene il campo ma la Croazia c’è.

Al rientro dal lungo riposo non funziona affatto la fase difensiva dell’Italia che incassa il parziale di 10-4 e il sorpasso della Croazia che si porta sul 41-40. Cinciarini a bersaglio da tre (9 pt) riporta gli Azzurri avanti prima del doppio libero messo a segno da Zoric. Pianigiani chiama il timeout per riequilibrare il suo quintetto evidentemente in difficoltà in questa fase della partita. All’uscita dal timeout, però, due bombe di Simon e Bogdanovic portano la Croazia sul +6; momento difficilissimo per la Nazionale costretta a rincorrere sul 55-45 ad 1’30” dalla fine. Con il passare dei secondi la qualità e la quantità dei croati sul pitturato si fa sentire, Italia che fa segnare un disastroso 2/14 dal campo nel terzo quarto che si chiude sul 57-45. Nell’ultima frazione di gioco, Pianigiani tenta la carta Diener, il più lucido dei suoi, e gli Azzurri piano piano e con grande volontà accorciano sul -8 (64-56). L’intensità sale in casa Italia, la difesa funziona nettamente meglio e Datome, in campo aperto, sigla il -5 (67-62) con 22 punti a referto. Ancora Datome a bersaglio e i liberi di Aradori portano l’Italia sul 70-66, la Croazia indietreggia e Repeša a 1’46” dalla sirena chiama il provvidenziale timeout. Timeout che porta bene ai biancorossi che ritrovano feeling con il canestro vincendo così la sfida 76-68.

CROAZIA-ITALIA 76-68 Parziali (8-17; 31-36; 57-45)

Croazia: Tomic 8, Andric, Draper 12, Bogdanovic 18, Saric, Rudez 2, Ukic 11, Simon 14, Markota 2, Delas M., Zoric 7, Delas A.. All.: Jasmin Repeša.
Italia: Aradori 12, Gentile, Rosselli, Vitali, Poeta, Melli 2, Belinelli 9, Diener 5, Cusin 7, Datome 24, Magro, Cinciarini 9. All.: Simone Pianigiani.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA.