Germania U21, ct Adrion: “Ci siamo divertiti”

-

La Germania ha chiuso con una vittoria il proprio percorso negli Europei Under 21 che però non è bastata a evitare l’eliminazione dal torneo, già sancita al termine della seconda giornata. Il ct Rainer Adrion, intervistato da uefa.com, ha comunque apprezzato l’impegno messo in campo dai suoi: “Anche se non avevamo la possibilità di qualificarci, la gara era importante perché volevamo salutare la gente di Israele e ringraziarla per l’accoglienza con una vittoria. Era fondamentale rimanere concentrati e impedire alla Russia di colpire in contropiede. È stata una partita molto difficile fino alla fine, perché loro hanno preso un palo all’ultimo minuto. La squadra ha dimostrato carattere pur non essendosi qualificata”.

L’allenatore teutonico ha parlato anche del ciclo di questo gruppo che volge ormai al termine: “Ho parlato molto con i ragazzi negli ultimi due giorni, sono stati due anni splendidi. Abbiamo perso qualche giocatore per infortunio prima del torneo e anche durante, come Christoph Moritz e Peniel Mlapa. Abbiamo rinunciato a un po’ di qualità, ma insieme ci siamo divertiti. Tutti loro pensavano molto all’ultima partita e sono sicuro che avranno bei ricordi di questi giorni”. Adrion ha proseguito commentando il successo sulla Russia: “Non ci sono stati il dominio e il possesso palla che ci aspettavamo, ma durante la partita siamo cresciuti. Un gol può cambiare la partita e i giocatori devono capire che un contropiede può costare caro. Volevo solo vincere questa partita e non pensavo ad arrivare al 2015 con la squadra di stasera”.

Il ct tedesco ha infine parlato degli elementi più talentuosi del gruppo elogiando in particolare il centrocampista del Tottenham Lewis Holtby: “Spero che qualcuno di questi giocatori riesca ad arrivare ai mondiali. Lewis Holtby è chiaramente un candidato. È stato il giocatore che ha spiccato su tutti ed è stato un punto di riferimento per la squadra. Anche Sebastian Rudy è andato bene, ma non si può prevedere niente, tutti i giocatori possono salire in cattedra al momento giusto”.

Stefano Pantano
Stefano Pantano
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.

MondoPallone Racconta… Heysel, 1985-2015: un peso sul cuore

E' giusto chiarire subito le cose: quel 29 maggio 1985 per me, ma credo anche per tanti altri, non venne disputata alcuna partita. Non...
error: Content is protected !!