Londra 2012, la Jamaica non rallenta: ORO e Record nella 4×100

-

Non delude le attese la staffetta 4×100 maschile e, soprattutto, non delude la Jamaica, padrona indiscussa della velocità alle Olimpiadi di Londra 2012: Bolt, Blake, Carter e Frater (Powell fuori per un problema all’inguine) letteralmente volano in 36″84 vincendo l’oro e frantumando l’ennesimo record mondiale (che, peraltro, gli apparteneva con 37″04).

Argento agli Stati Uniti (Kimmons, Gatlin, Gay, Bailey), cui non basta ottenere il record nazionale ed eguagliare il precedente record del mondo: i jamaicani, pur senza Powell e con un terzo cambio non proprio da Olimpiadi, bissano il successo di Pechino 2008 trascinati dal solito fulmine Bolt, ultimo e decisivo frazionista, che conquista così il suo sesto oro olimpico.

Il bronzo se lo aggiudica Trinidad e Tobago con Bledman, Burns, Callender e Thompson: gli atleti caraibici, arrivati inizialmente quarti dietro il Canada, sono stati promossi sul podio grazie alla squalifica del quartetto canadese per invasione di corsia del terzo frazionista.

CLASSIFICA:
1° Jamaica, 36″84 (Record del Mondo)
2° USA, 37″04 (Record Nazionale)
3° Trinidad e Tobago, 38″12
4° Francia, 38″16
5° Giappone, 38″35
6° Paesi Bassi, 38″39
7° Australia, 38″43
Squalificato il Canada

Francesco Davide Scafà
Francesco Davide Scafà
Da Porto San Giorgio a Milano, passando per Monaco di Baviera. Da scout per Perform a Data Editor per DAZN, a SMM per Forbes Italia, oggi gestisce social e comunicazione per Betclic Italia, parlando di sport ed eSports. Polemico per natura e critico per vocazione.

Quella volta che il Lugano sbancò San Siro, facendo lo sgambetto...

In assenza di calcio giocato, con lo stadio di Lugano (e non solo deserto), vale la pena di rispolverare qualche ricordo, anche di carattere...
error: Content is protected !!