Serie C, Girone C – Il riepilogo dell’11/a giornata

L’11/a giornata del girone C di Serie C 2018/2019 porta in dote il cambio della guardia in vetta alla classifica. La capolista Trapani cede il passo al Rende. La formazione calabrese ingrana la quinta vittoria consecutiva vincendo 2-0 a Lentini contro la Sicula Leonzio. Anche se il vantaggio biancorosso avviene in maniera rocambolesca. Su un cross, il difensore siciliano Talarico, nel tentativo di effettuare un retropassaggio, beffa il proprio portiere Narciso con un pallonetto realizzando un clamoroso autogol. Il Rende legittima il risultato con un buon primo tempo, ma nella ripresa la Sicula sfiora il pari prima con Gomez e poi con Ripa. Al 69′, però, il Rende chiude i giochi con Godano in occasione di un contropiede.

Nella partita più importante del turno, l’ex capolista Trapani impatta 0-0 al «Pinto» contro la Casertana. Partita più accesa nella prima frazione dove i siciliani e i campani hanno un’occasione per parte rispettivamente con Nzola e Padovan. Nella ripresa, gara più bloccata con i Falchetti che mettono paura ai granata di Italiano solo in un’occasione con Vacca.

I siciliani vengono raggiunti in classifica dalla Juve Stabia. Le Vespe espugnano il «Simonetta Lamberti» di Cava de’ Tirreni per 1-0 nella sfida tutta dedicata a Catello Mari, il calciatore stabiese della Cavese deceduto in un incidente stradale mentre tornava dai festeggiamenti per la promozione in C1 dei metelliani. Dopo un primo tempo sonnecchioso, nel giro di un minuto prima la Cavese sfiora il vantaggio con Manetta che si fa respingere un colpo di testa a botta sicura da Branduani e poi sul capovolgimento di fronte Paponi con un diagonale porta in vantaggio i gialloblu. Gli Aquilotti provano a reagire ma non riescono a produrre pericoli alla porta stabiese.

Sorpresa al «Massimino» di Catania, dove il Catanzaro batte 2-0 i rossoazzurri nel posticipo domenicale. Vantaggio giallorosso al 14′ con Kanoute che si invola in contropiede e lascia partire un destro sul quale il portiere catanese Pisseri non è proprio impeccabile. I calabresi continuano a giocare e trovano al 75′ il meritato 2-0 con uno splendido sinistro a giro di Giannone, entrato da poco.

Continua la marcia del Potenza verso le zone nobili della classifica. I lucani rifilano un sonoro 5-1 al Rieti sul campo della squadra laziale. Pronti, via e Potenza subito in vantaggio con França che risponde presente a un assist di Guaita. Il Rieti però pareggia immediatamente con Todorov che da opportunista mette dentro una corta respinta di Ioime su tiro di Maistro. Ma è un fuoco di paglia, perché da lì in avanti è solo Potenza. Prima Emerson fa 2-1 su punizione e poi la doppietta di Genchi che capitalizza al meglio due erroracci della difesa reatina. E nel secondo tempo, la compagine di Raffaele realizza la manita con un sinistro a giro di Guaita.

In chiave salvezza, Reggina e Matera ottengono due successi casalinghi importanti rispettivamente contro Paganese e Viterbese Castrense. Entrambi per 1-0. Gli amaranto, tornati al «Granillo» dopo l’esilio forzato a Vibo Valentia, si impongono sugli azzurrostellati grazie a un gol di Conson al 78′, che con un destro dall’interno dell’area risolve un batti e ribatti. Un risultato che va anche stretto agli uomini di Cevoli, che hanno costruito altre quattro nitide occasioni da gol, mentre i campani sono stati pericolosi solo in un frangente del primo tempo con Piana. I lucani invece hanno la meglio sui laziali grazie al figliol prodigo Gianvito Plasmati. Il 35enne, al suo esordio con la squadra della sua città, la risolve con un colpo di testa su calcio di punizione. Ma oltre a Plasmati, i materani devono ringraziare il portiere Farroni per i 3 punti, autore di tre interventi a dir poco miracolosi.

Buono l’esordio di Trocini al posto di Zavatteri sulla panchina della Virtus Francavilla. I pugliesi hanno la meglio per 2-0 sul Siracusa. Vantaggio realizzato al 32′ da Serao con un sinistro dal limite e dopo diverse occasioni per il raddoppio, quest’ultimo avviene in pieno recupero con un pallonetto di Partipilo. Siracusa praticamente non pervenuto in campo, se non per un’occasione avuta da Vazquez.

Nel derby pugliese, il Monopoli espugna Bisceglie battendo i nerazzurri per 1-0. Gol vittoria siglato da Mangni al 25′ con l’attaccante scuola Atalanta che tramuta in oro un tiro sbagliato da Scoppa. I biancoverdi controllano poi agevolmente l’incontro stante la pericolosità pressoché nulla in attacco della compagine allenata da Ginestra.

Serie C, Girone C – 11/a giornata
Sabato 10 e domenica 11 novembre 2018
Bisceglie-Monopoli  0-1  25′ Mangni
Casertana-Trapani  0-0
Catania-Catanzaro  0-2  14′ Kanoute, 75′ Giannone
Cavese-Juve Stabia  0-1  61′ Paponi
Matera-Viterbese Castrense  1-0  56′ Plasmati
Reggina-Paganese  1-0  78′ Conson
Rieti-Potenza  1-5  3′ França (P), 10′ Todorov (R), 20′ Emerson (P), 35′, 44′ Genchi (P), 56′ Guaita (P)
Sicula Leonzio-Rende  0-2  15′ aut. Talarico (S), 69′ Godano (R)
Virtus Francavilla-Siracusa  2-0  32′ Serao, 90’+3 Partipilo
Riposa: Vibonese

La classifica dopo l’11/a giornata
Rende23
Juve Stabia **22
Trapani22
Catania **17
Vibonese *17
Sicula Leonzio17
Potenza *15
Catanzaro **14
Casertana *14
Virtus Francavilla **12
Monopoli **11
Cavese **11
Reggina **11
Bisceglie *10
Rieti *10
Siracusa *8
Paganese *2
Viterbese Castrense #0
Matera **-1
Penalizzazioni: Matera -8; Monopoli -2; Juve Stabia, Rende, Siracusa, Trapani -1. # Otto partite in meno; ** Due partite in meno; * Una partita in meno

 

Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.