Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi schierare nella 12/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi schierare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE SU – Sotto con la 12/a giornata di campionato che precede la pausa di novembre per le gare delle Nazionali. Si comincia già domani, venerdì 9, con l’anticipo tra Frosinone e Fiorentina (20:30). Sabato in programma tre gare: Torino-Parma (15), SPAL-Cagliari (18) e Genoa-Napoli (20:30). Domenica appuntamento all’ora di pranzo con una promettente Atalanta-Inter, poi solite tre gare alle 15, fra cui Roma-Samp; a seguire, Sassuolo-Lazio (18) e l’attesissima Milan-Juventus (20:30).
È Tore Sirigu il numero uno della top 11 di giornata. Il portiere granata sta attraversando un ottimo momento di forma: è reduce dal rigore parato a Quagliarella e in casa contro il Parma non subirà più di tanto. Il terzetto difensivo a protezione della porta di Sirigu, invece, è composto dall’empolese Di Lorenzo (quella contro l’Udinese è una gara delicata per i toscani, freschi di cambio in panchina, e l’esterno destro dovrà garantire il giusto apporto anche in fase offensiva), dal laziale Acerbi (sfida da amarcord contro il “suo” Sassuolo, ma lui è un professionista come pochi) e dal napoletano Koulibaly (un muro invalicabile contro il PSG, al momento è fra i migliori centrali al mondo. Se poi, come domenica scorsa, sforna anche l’assist…). In mezzo al campo ci affidiamo a un quartetto niente male, se si considera le possibilità di andare a bonus: Chiesa a Frosinone va schierato senza se e senza ma, perché di solito è devastante e i ciociari, in casa, dovranno pur lasciare qualche spazio; Baselli è già a quota 2 centri in campionato e sta trovando una continuità rassicurante; João Pedro è uno di quei centrocampisti “prestati” all’attacco ai quali è difficile rinunciare (a segno, tra l’altro, anche in casa della Juve); infine, Missiroli, al quale manca sì il gol, ma non la continuità, e contro il Cagliari, sua ex squadra, avrà qualche motivazione in più per rendere al meglio. Infine, un tridente che promette spettacolo: Caputo è l’uomo del momento in casa Empoli, con i toscani che hanno bisogno di una scossa e che si affideranno, per forza di cose, al loro uomo migliore; Immobile è reduce dalla doppietta contro la SPAL, quindi merita conferma, anche perché il Sassuolo dietro concede sempre qualcosa; infine Ünder, a riposo contro il CSKA e pronto a scatenare tutta la sua imprevedibilità contro una Samp che sembra in leggera crisi rispetto all’avvio di stagione.

I CONSIGLI SU CHI EVITARE NELLA 12/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.