Europa League, la Lazio ha il match point con il Marsiglia

A pochi giorni di distanza dalla goleada con la Spal nel lunch match dell’undicesima giornata di campionato, la Lazio torna in campo davanti al pubblico dello stadio Olimpico per affrontare il Marsiglia in Europa League. Per i biancocelesti di Simone Inzaghi si tratta di un match point per ottenere la qualificazione al turno successivo e una sorta di vendetta per il trattamento ricevuto all’andata per dell’incontro. Per i transalpini la situazione non è delle migliori per via di uno spogliatoio che rischia di spaccarsi per via, scherzo del destino, di un ex romanista. L’arrivo di Strootman, fortemente voluto da Rudi Garcia che ha visto nel centrocampista olandese un suo pupillo con forti garanzie, ha seminato tempesta e di questo clima poco armonioso dovrà approfittarne assolutamente la Lazio per dare una spinta a una stagione partita con il freno a mano.

In casa Lazio l’infermeria vede la doppia assenza in contemporanea di Lucas Leiva e Badelj, i due pilastri del centrocampo che si alternano davanti la linea difensiva per fare da collante tra i due reparti. Luis Alberto invece è ormai sempre di più la fotocopia sbiadita del giocatore ammirato lo scorso anno, il rapporto con i tifosi si è gelato e Caicedo dalla parte opposta sta aumentando sempre più le proprie quotazioni nell’offensiva capitolina. I nomi fatti da mister Inzaghi sono tre: Murgia, Parolo e Cataldi, ma l’idea è che possa essere quest’ultimo a piazzarsi davanti la linea difensiva biancoceleste. Assente anche Lulic: per il suo posto il ballottaggio sarà tra Durmisi o Caceres.

 

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.