Verso il Mondiale Femminile 2019 #5 – Olanda e Svizzera si giocano la qualificazione

Mentre l’Italia si era ormai già qualificata alla fase finale del Mondiale Femminile 2019 che si disputerà in Francia, quattro squadre europee, Olanda, Danimarca, Belgio e Svizzera, si sono dovute affrontare in uno scontro fratricida per decidere l’ultima compagine europea che parteciperà alla massima competizione calcistica in rosa. L’urna aveva deciso che le due semifinali sarebbero state Olanda-Danimarca e Belgio-Svizzera.

Cominciamo dal primo duello, Olanda-Danimarca: la prima gara vedeva l’andata nei Paesi Bassi, al Rat Verlegh Stadion di Breda, e le Oranjees hanno avuto vita facile chiudendo la gara già nel primo tempo con le reti al 21′ di Beerensteyn, su assist di van de Sanden, che poi ha siglato personalmente il secondo gol al 42′. Forte del risultato di questa prima gara l’Olanda si è presentata alla Energi Viborg Arena in Danimarca con un animo più sereno ma ha subito concesso un rigore che Nadim ha trasformato al 5′: da lì in poi è salita din cattedra di nuovo la Beerensteyn che ha pareggiato subito dopo e poi chiuso i conti in pieno recupero con la sua personale doppietta per il 4-1 complessivo.

Molto più equilibrato è stato invece il confronto tra Belgio e Svizzera: la prima gara, disputata al King Power at Den Dreef Stadion di Heverlee, ha visto due squadre che si sono affrontate a viso aperto, con le padrone di casa che sono passate in vantaggio al 5′ con Cayman, sono state raggiunte da una sfortunata autorete del difensore della Fiorentina Philtjens, sono ripassate in vantaggio con De Neve al 60′ e nei minuti finali sono state di nuovo raggiunte dalla Svizzera con la rete di Lehmann su assist di Bachmann. Vista la drammaticità dell’andata, ci si aspettava un ritorno dello stesso livello e così è stato: alla Tissot Arena di Biel la Svizzera è passata in vantaggio al 23′ con la rete di Reuteler ed è stata inutile la rete nel finale di De Caigny, in quanto, nel complessivo 3-3 della doppia sfida, la Svizzera ha vinto per la regola dei gol in trasferta.

Ora La Nati è chiamata alla sfida più dura, quella contro le Leeuwinnen: la gara di andata si giocherà il 9 novembre 2018 allo Stadion Galgenwaard di Utrecht mentre la gara di ritorno si disputerà il 13 novembre 2018 al LIPO Park di Schaffhausen. Nel loro ultimo incontro, l’Olanda ha battuto la Svizzera 4-3 nelle qualificazioni olimpiche a marzo 2016. Questa sarà anche l’ultima gara per l’allenatrice della Svizzera Martina Voss-Tecklenberg, che andrà ad allenare la Germania, suo Paese natale, e sarà sostituita da Nils Nielsen dal 1° dicembre. Entrambi gli stadi scelti sono stadi portafortuna per le rispettive nazionali, quindi si prevedono due gare di alto livello.

Chi vincerà andrà a completare il gruppo europeo delle squadre qualificate al Mondiale, ovvero Francia (nazione ospitante), Inghilterra, Germania, Norvegia, Italia, Scozia, Spagna e Svezia, a cui vanno aggiunte le campionesse in carica degli Stati Uniti, l’Australia, il Brasile, il Canada, il Cile, la Cina, il Giappone, la Corea del Sud e la Thailandia. Sono ancora da occupare i 3 posti dell’Africa, i 3 dell’America del Nord/Centrale, quello dell’Oceania e quello derivante dagli spareggi tra Argentina e la quarta classificata dell’America del Nord/Centrale, fino al sorteggio che si terrà l’8 dicembre a Parigi. Che vinca la migliore.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.