Allsvenskan 27/a: davanti l’AIK pareggia all’ultimo respiro, in coda situazione quasi definita

Ventisettesima giornata per l’Allsvenskan che, in questo fine settimana, ha sparato gli ultimi colpi per la vittoria finale, con la grande partita di Stoccolma, nel posticipo, tra la capolista AIK e il Malmö campione uscente.

Negli anticipi del venerdì, il Sundsvall, con una doppietta dell’ex Lugano Hallenius (il quale ha rescisso il contratto con il Sundsvall e potrebbe, l’anno prossimo, approdare all’Hammarby o ritentare un’avventura oltreconfine) , ha sbancato, come previsto, il Gamla Ullevi di Göteborg. Gli ospiti ci hanno messo poco più di un quarto d’ora per chiudere i conti con i Blåvitt: al 5′, il vice cannoniere dell’Allsvenskan ha insaccato un preciso traversone di Sema, raddoppiando al 17′ con un tocco da distanza ravvicinata, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La rete dei padroni di casa è venuta su rigore trasformato, a 3′ dal termine, da Kharaishvili. Fuochi d’artificio, invece, nell’altro anticipo, dove il virtualmente retrocesso Trelleborgs ha rimontato all’Elfsborg, nella ripresa, due gol di svantaggio: anche per gli Eleganterna, una stagione da dimenticare.

Nell’anticipo del sabato, durissima sconfitta per il Dalkurd, travolto in casa dall’Häcken di Alm. Al 32′, i gialloneri di Göteborg erano già avanti di 3 reti (Celik al 5′, Jeremejeff al 26′ e Lundberg al 32′). Nella ripresa, il passivo per i gialloverdi si è poi appesantito, in virtù dei centri ancora di Jeremejeff (su rigore, al 63′) e Yakob (a 5′ dal termine). Solo 200 gli spettatori presenti, seconda partita minor presenziata della storia per l‘Allsvenskan: a dimostrazione che, alla salvezza, sono in pochi, ormai, a credere.

Nelle partite di domenica, bella vittoria casalinga del Norrköping, che sta provando, caparbiamente, a tenere viva la fiammella della speranza e dell’interesse per gli esiti del campionato. Pensare che a passare in vantaggio per primi erano stati proprio i rossoneri, grazie a una conclusione da fuori area incrociata, al 12′, da parte di Pettersson. A pareggiare ci aveva pensato poi l’ex Basilea Fransson, con una fucilata da fuori area, dopo una corta respinta della retroguardia ospite. 5′ più tardi, il vantaggio per i Peking, segnato dal Holmberg, con un bel tocco sottomisura, su suggerimento di Skrabb dalla sinistra. Nella ripresa, al 74′, terza rete su rigore di Gerson per i padroni di casa, prima del poker di Thern, con una stupenda conclusione da fuori area, a finalizzazione di un contropiede. A incontro deciso, il 4-2 di Aiesh, su rigore, in pieno recupero.

L’Hammarby non ha saputo rispondere ai biancoblù (pareggio a reti inviolate, in casa, contro il Kalmar), e ora vede il proprio terzo posto insidiato da Malmö e Häcken. Pareggio anche per i cugini del Djurgården sul campo dell’Örebro, in una classica partita da fine stagione, mentre Sirius e Brommapoikarna si sono giocate una fetta importante di salvezza.

Protagonista assoluto della sfida Philip Haglund, autore di una tripletta. Ora, ai nerazzurri basterà solo un punto per avere la matematica certezza di rimanere nella massima serie, mentre la squadra rossonera dovrà lottare con il Dalkurd per guadagnarsi il diritto a disputare lo spareggio salvezza-promozione con la terza della Superettan. La squadra di Stoccolma era passata in vantaggio per prima, al 32, grazie ad Hallqvist. Poi, è iniziato lo show personale del 31enne centrocampista nerazzurro, che ha riportato l’incontro in parità dopo soli 2′, andando ancora a segno, nella ripresa, al 56′ e 63′. Al 57′ è andato invece a segno il suo compagno Ahman-Persson, mentre ancora Halqvist, per gli stoccolmesi, ha fatto centro al 79′.

Grandi emozioni e bel gioco nel posticipo del lunedì, che vedeva l’AIK contrapposto al Malmö, in una sorta di ideale passaggio di consegne. In realtà, gli Himmelsblått hanno fatto di tutto tranne che le vittime sacrificali. Dopo aver rischiato qualcosa nei primi minuti, infatti, gli ospiti hanno trovato le misure, prendendo in mano il centrocampo e andando in gol, al 44′, con Christiansen, che ha finalizzato un perfetto assist, a centra area, di Rosenberg, finalizzando una bellissima trama offensiva.

Nella ripresa, con l’AIK a cercare il pareggio, il Malmö ha però tenuto benissimo il campo, in un incontro dove, col passare dei minuti, si alzava la temperatura. Al 64′, rete di Larsson per gli Gnaget, annullata per un fallo in attacco del numero 16. Al 74′ è Antonsson, per i biancocelesti, ad andare in gol, ma l’arbitro ha annullato per un fuorigioco apparso inesistente nelle immagini televisive, ma, francamente, difficilmente accertabile sul campo, per la velocità dell’azione e per le distanze davvero impercettibili tra i giocatori: prova ne è stata che le proteste sono state praticamente inesistenti.

Finale caotico, ma gli ospiti sembrano controllare: ci vorrebbe una magia su palla ferma per risolvere. Ed è Larsson a tirare fuori il coniglio dal cilindro, in pieno recupero, con una punizione da oltre venti metri la quale, con traiettoria perfetta, si infila all’incrocio dei pali sopra la barriera, là dove nessun portiere potrebbe mai arrivare. La Friends Arena esplode, e il numero 16 ha la pessima idea di andare a festeggiare il pareggio davanti alla panchina degli avversari. La reazione non si fa attendere, e ne nasce un parapiglia tenuto a bada a fatica dall’arbitro che, alla fine, espelle (per doppia ammonizione) il centrocampista giallonero, che si è poi scusato con tutti tramite il proprio account Instagram. L’AIK mantiene così 4 punti di vantaggio sul Norrköping, che sono virtualmente 5 in virtù della migliore differenza reti.

L’Allsvenskan non si ferma: già stasera, infatti, alle 19, il calcio d’inizio dell’anticipo della 28/a giornata, con i gialloverdi del Dalkurd che scenderanno in campo a Borås contro l’Elfsborg a caccia di punti salvezza. Entrambe in trasferta le prime della classe: giovedì la capolista andrà a fare visita all’Östersunds, mentre i Peking saranno ospiti, domani, del Brommapoikarna.

Allsvenskan 2018 27/a giornata – risultati

Venerdì 26 ottobre

Trelleborgs-Elfsborg  2-2  (0-2)
Göteborg-Sundsvall  1-2  (0-2)

Sabato 27 Ottobre

Dalkurd-Häcken  0-5  (0-3)

Domenica 28 Ottobre

Hammarby-Kalmar 0-0  
Örebro-Djurgården  1-1  (0-1)
Norrköping-Östersunds  4-2  (2-1)  
Sirius-Brommapoikarna  4-2  (1-1)

Lunedì 29 ottobre

AIK-Malmö  1-1  (0-1)

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2018 – 27/a GIORNATA 

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 AIK 47/15 60 | 9 Örebro 31/30 35
2 Norrköping  46/25 56 | 10 Kalmar 24/32 30
3 Hammarby 49/30 51 | 11 Elfsborg 28/37 29
4 Malmö 48/29 49 | 12 Sirius 35/57 29
5 Häcken 51/24 47 | 13 Göteborg 35/47 28
6 Östersunds 46/34 45 | 14 Dalkurd 28/55 20
7 Sundsvall 45/31 43 | 15 Brommapojkarna 20/62 20
8 Djurgården 35/30 39 | 16 Trelleborgs 23/58 15

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.