Week Leaks #10 – Derby all’Inter, Bessa riapre il campionato. Napoli nella scia della Juve

L’analisi della nona giornata del campionato italiano di Serie A con le Considerazioni del Weekend:

  • Un gol semplice semplice, da un metro. Tanta sfortuna anche, perché è solo un caso se non stiamo qui a parlare di un’altra doppietta o tripletta per lui. Cr7 è il primo giocatore della storia del calcio a toccare quota 400 gol nei top 5 campionati europei. Una macchina.
  • Si, un caso. Una quantità spropositata di palle gol fallite, quell’attimo di distrazione e il pari di Bessa (non oso immaginare le sbroccate di Allegri). Dopo 8 vittorie di fila si interrompe la striscia vincente dei bianconeri. Una splendida boccata d’ossigeno per il campionato…
  • Saper sfruttare i passi falsi altrui è un altro mattoncino verso una crescita definitiva, verso una maturità che poco a poco arriverà. Questa forse è la caratteristica più importante di questo Napoli
  • Sacrosante le parole di Luciano Spalletti nel post derby: “Non ha vinto la squadra che c’ha creduto di più. Ha vinto la squadra che ha meritato di vincere, punto“…
  • L’atteggiamento rinunciatario è giusto, alla fine, che lo paghi in negativo. Metti Cutrone e al posto di provare a fare qualcosa per “liberare” Gonzalo, lo tieni largo a sinistra per paura di prenderle?. Kessie-Bakayoko? Per quale arcano motivo? Andare poi alle interviste e dire “contento di come abbiamo tenuto il campo fisicamente” oppure “se finiva 0-0… ” o ancora “Ho visto cose buone, mettiamo da parte questa partita e guardiamo avanti“. Eppure di derby ne hai giocati caro Rino. Mi spiace, da appassionato di calcio e da tifoso del Milan non lo accetto, non lo accetto più…
  • Non si può fare un paragone Higuain-Icardi questa settimana. Se dovessi mettere un voto al Pipita gli metterei sv. Gattuso è riuscito nell’intento nel non mettere MAI il Pipa in condizioni di fare bene, non dico gol, ma di fare bene. Non ha toccato un pallone, uno. Su Icardi c’è poco da dire, lui di una palla ha bisogno…
  • Con la vittoria convincente della Lazio a Parma si comincia a creare una spaccatura in classifica. Sono solo 4 punti (14 della Fiorentina quinta, 18 della Lazio quarta) ma sono 4 punti che significano tanto, che rispecchiano i valori attuali dei club, nulla di più e nulla di meno…
  • I fischi dell’Olimpico sono sacrosanti. E’ vero, la Spal già contro l’Inter meritava qualcosa in più ma non è certo quello l’approccio che una squadra come la Roma deve avere, a maggior ragione davanti ai tuoi tifosi. La fame dei terribili ragazzi di Semplici ha deciso il match. Una vittoria sacrosanta, una tonfo che farà tanto rumore in casa giallorossa…
  • Non l’avrei mai detto perché a me Simeone piace tantissimo. Ma la Viola là davanti ha un grosso problema prima punta…
  • L’Atalanta rinasce sulle macerie del Chievo Verona e ritrova l’estro e il genio di Josip Ilicic, tripletta e autentico mattatore del match. Uno come lui si che può svoltarti la stagione…
  • Il Torino conferma di avere una preoccupante lacuna e cioè quella di non saper gestire le gare. Col Frosinone era già successo, salvo poi il 3-2 finale, questa volta un Bologna mai domo agguanta il pari e lo fa anche in maniera meritata…
  • Frosinone-Empoli under sicuro. Esce fuori, invece, uno scintillante 3-3 che ha restituito ai ciociari il proprio attaccante, Daniel Ciofani
Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA.