Serie C, Girone B – Il riepilogo della 7/a giornata

Una conferma e tante novità per l’alta classifica. Questo è il tema principale della 7/a giornata del Girone B di Serie C 2018/2019, secondo turno infrasettimanale del campionato.

La conferma è il Pordenone, con i Ramarri che si impongono 2-1 in casa della Vis Pesaro e mantengono la vetta della classifica con 15 punti. Eppure gli uomini di Tesser hanno tremato perché sono stati i marchigiani a rompere l’equilibrio con un gran tiro al volo di Olcese. Ma il tecnico dei friulani nella ripresa fa entrare il proprio asso nella manica: Germinale. Neanche 60 secondi dopo il suo ingresso in campo, la punta pareggia i conti con un colpo di testa da calcio d’angolo. E al 76′ lo stesso Germinale realizza il gol vittoria deviando da opportunista un assist di Bombagi.

Prima novità: al secondo posto vi è il Vicenza, che al «Menti» spazza via il Monza con un secco 3-0. Apre e chiude le danze Giacomelli, rispettivamente con un tiro a giro e con un diagonale preciso. In mezzo, la rete di bomber Arma che va in gol di testa su cross del sempre presente Giacomelli.

Seconda novità: la Triestina viene sconfitta al «Druso» di Bolzano dal Südtirol per 2-0 con gli altoatesini che operano il sorpasso in classifica nei confronti degli alabardati. Vantaggio siglato al 14′ da De Cenco con un delizioso tocco sotto, raddoppio al 55′ di Fabbri con un diagonale dopo preciso lancio di De Rose. L’Alabarda prova a reagire ma sbatte in un paio di occasioni sul portiere del Südtirol Offredi.

Terza novità: cade anche la Fermana. I gialloblu cedono 2-0 in trasferta a Gubbio, con gli umbri che possono festeggiare la loro prima vittoria in campionato. Entrambe nel primo tempo le due reti, con Casoli che tocca comodamente a porta vuota sfruttando un’uscita incerta del portiere fermano Ginestra e poi con Marchi che toglie le ragnatele dall’incrocio della porta con un sinistro chirurgico dai 25 metri. Nella ripresa poi è solo accademia.

Prosegue, in attesa dei recuperi, la lenta risalita in classifica della Ternana. Le Fere hanno avuto la meglio 1-0 sull’AlbinoLeffe. Anche se il successo è più frutto della giocata di un singolo, precisamente quella di Furlan che fornisce a Marilungo una palla da spingere in rete, che della limpidezza del gioco espresso. La Celeste ora è ultima in classifica e deve mangiarsi le mani per la clamorosa palla-gol sciupata da Sbaffo.

Gli umbri sono preceduti ora in classifica dalla coppia formata da Imolese e Feralpisalò, entrambe a 10 punti. Sebbene gli umori delle due compagini sono diversi, in quanto i gardesani sono al settimo cielo per aver agguantato la terza vittoria consecutiva, rifilando al Rimini un 2-0. La formazione di Toscano scampa un pericolo perché il Rimini fallisce un rigore con Buonaventura che si fa ipnotizzare da De Lucia, poi anch’essa fallisce dal dischetto con Guerra e alla fine trova il gol del vantaggio con una mezza rovesciata di Marchi. La Feralpisalò controlla con scioltezza nella ripresa e in pieno recupero Pesce chiude i giochi in contropiede. L’Imolese “regala” invece alla Sambenedettese il primo successo stagionale. Eppure è stata la formazione di Dionisi a passare in vantaggio con Lanini che sfrutta un’incertezza della retroguardia marchigiana. Dopo due occasioni di Russotto, la Samb pareggia con Stanco che sfrutta un assist dello stesso Russotto e poi ribalta tutto con una conclusione da lontano di Ilari.

Dei due cambi in panchina prima di questa giornata, “funziona” per ora solo quello del Teramo. Prima vittoria in campionato per gli abruzzesi che hanno la meglio per 2-1 sul Fano, celebrando al meglio l’esordio del nuovo tecnico Maurizi. Vantaggio siglato da De Grazia con un tiro da lontano, raddoppio di Caidi con una zuccata su calcio d’angolo. Il Fano accorcia le distanze con Ferrante ma, nonostante l’assedio finale, non giunge al pari. Niente da fare ancora per il nuovo tecnico del Renate Adamo. La Virtusvecomp Verona espugna il «Città di Meda» con un colpo di testa di Grandolfo su cross di Ferrara. I veneti hanno fallito anche un rigore con Grbac.

L’unico pareggio di giornata è l’1-1 tra Giana Erminio e Ravenna. Dopo un primo tempo privo di occasioni degne di nota, i lombardi passano in vantaggio con un rigore di Perna, ma i romagnoli pervengono al pari con un diagonale di Magrassi, entrato appena tre minuti prima.

 

Serie C, Girone B – 7/a giornata
Mercoledì 17 ottobre 2018
Feralpisalò-Rimini  2-0  39′ Marchi, 90′ + 2 Pesce
Giana Erminio-Ravenna  1-1  55′ rig. Perna (G), 65′ Magrassi (R)
Gubbio-Fermana  2-0  15′ Casoli, 40′ Marchi
L.R. Vicenza Virtus-Monza  3-0  19′ Giacomelli, 28′ Arma, 64′ Giacomelli
Renate-Virtusvecomp Verona  0-1  55′ Grandolfo
Sambenedettese-Imolese  2-1  4′ Lanini (I), 48′ Stanco (S), 65′ Ilari (S)
Südtirol-Triestina 2-0  14′ De Cenco, 55′ Fabbri
Teramo-A.J. Fano  2-1  18′ De Grazia (T), 55′ Caidi (T), 67′ Ferrante (F)
Ternana-AlbinoLeffe  1-0  85′ Marilungo
Vis Pesaro-Pordenone  1-2  20′ Olcese (V), 54′, 76′ Germinale (P)

La classifica dopo la 7/a giornata
Pordenone15
L.R Vicenza Virtus13
Südtirol12
Triestina11
Monza11
Ravenna11
Fermana11
Imolese10
Feralpisalò *10
Ternana **8
Vis Pesaro8
Rimini *7
Gubbio7
Teramo7
Sambenedettese6
Virtusvecomp Verona6
Giana Erminio6
Alma Juventus Fano*6
Renate5
AlbinoLeffe4
** Tre partite in meno; * Una partita in meno
Condividi
Nato a Salerno il 3 maggio 1986, laureato in Fisica, ex arbitro di calcio FIGC. “Sportofilo” a 360° con predilezione per calcio e ciclismo, è un acceso e convinto fantacalcista.