Serie B – Pescara, potrebbe essere l’anno giusto. Lecce possibile sorpresa, Crotone e Venezia deludenti

In attesa che vengano prese decisioni sull’eventuale ammissione della Virtus Entella (e sarebbe anche l’ora), il campionato di Serie B prova a darci qualche indicazione. Dopo sette giornate non c’è ancora – come è naturale che fosse visto l’equilibrio di forze – un vero e proprio padrone incontrastato. Ci sta provando il Pescara, unica squadra a non aver ancora subito sconfitte. Gli abruzzesi vengono da un campionato molto deludente, che li ha visti salvarsi per il rotto della cuffia, all’ultima giornata. Ma hanno decisamente svoltato, trovando in Bepi Pillon l’allenatore della Provvidenza. In casa hanno sempre vinto, fuori hanno sempre pareggiato.

Sta andando bene anche il neopromosso Lecce, che al di là di ogni più rosea aspettativa, si è insediato al terzo posto insieme allo Spezia. La squadra di Liverani potrebbe essere una mina vagante, dal momento che non gli manca grinta, pubblico e voglia di tornare ai massimi livelli. E non va dimenticato che negli ultimi anni almeno una squadra ha fatto il doppio salto C-A in un anno solo.

Si è perso per strada il Cittadella, che era partito benissimo infilando tre vittorie consecutive e che invece è reduce da un punto in tre partite. Ma le vere delusioni, fino a questo momento, sono Crotone, Perugia e Venezia. Dai calabresi di Stroppa ci si aspettava oggettivamente di più, visto che l’organico è di prim’ordine e costruito per tornare nella massima serie. Perugia e Venezia, nonostante i proclami della vigilia, navigano a vista, e dovranno stare molto attente a non farsi risucchiare nella zona retrocessione.

Capitolo bomber. Alfredo Donnarumma si sta confermando tra i migliori della cadetteria. Lasciato l’Empoli e il gemello Caputo, il centravanti del Brescia ha continuato a segnare come nello scorso campionato. Già sette gol (in sette partite), per un totale di trenta realizzati in poco più di un campionato. Anche il pescarese Mancuso sta provando a ripercorrere le orme dello scorso campionato, mentre il Lecce punta sulla coppia d’attacco più varia e, finora, più decisiva. Mancosu e Palombi sono i giocatori giusti per acciuffare perlomeno i playoff? Lo scopriremo nei prossimi mesi…

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.