Eredivisie, 8/a giornata: PSV e Ajax avanti spedite. Stop Feyenoord, che tonfo dell’Heracles

Il testa a testa tra PSV Eindhoven e Ajax si protrae senza colpi di scena anche nell’ottava giornata di Eredivisie; Boerens e Lancieri travolgono gli avversari di giornata, mentre inciampano Feyenoord ed Heracles Almelo. I punti arrivano con il contagocce nella zona rossa della classifica, mentre centra un successo dal peso specifico particolare il Vitesse.

Dopo la prestazione “tosta” ma orfana di punti di mercoledì scorso contro l’Inter il PSV rialza la testa, e senza troppi problemi si sbarazza del Venlo con un sonoro 4-0 al Philiphs Stadion; il primo tempo è un vero e proprio tiro al bersaglio dei Boerens, che al riposo però vanno in vantaggio solamente di un gol per la rete confezionata da Lozano al 33’. L’unico vero squillo ospite arriva con Groet che in apertura di ripresa scarica a lato di un paio di metri una rasoiata insidiosa, ma la seconda frazione ha per il resto lo stesso copione della prima e vede i locali raddoppiare con la deviazione di testa sottomisura di de Jong a metà frazione, prima che Gutiérrez e Lozano dal dischetto fissino il 4-0 definitivo nel finale.

Risponde per le rime la banda ten Haag, che trasforma in una semplice formalità una sfida insidiosa come quella della Johan Cruijff Arena contro l’AZ Alkmaar. Tre giri di lancette e Donny van de Beek è ancora mortifero con i propri tempi di inserimento, che beffano la difesa dei Cheesefarmers in occasione dell’1-0 dei locali; l’AZ è tutto in una conclusione di Vejinović che trova attento Onana, mentre sul versante opposto i Lancieri spingono senza sosta rischiando anche di trovare il raddoppio con una spettacolare rovesciata di Tagliafico. I padroni di casa si esprimono meglio, e chiudono la contesa in un amen nella ripresa: Dolberg trova il tap-in vincente, mentre al 51′ van Rhijn devia nella propria porta un tentativo dalla distanza di Blind. Ziyech si regala con uno splendido assolo la gioia personale, mentre nel finale anche Tadić trova la gioia personale completando il pomeriggio perfetto dei Lancieri che prendono le distanze da Feyenoord ed Heracles.

I ragazzi di van Bronckhorst, orfani di van Persie, non vanno oltre l’1-1 sul campo del Willem II. Con Jørgensen al posto del numero 32 i Rotterdammers sono protagonisti di un primo tempo avaro di emozioni, mentre nella ripresa la contesa sembra avviarsi verso binari favorevoli agli ospiti quando van der Heijden si guadagna il penalty che Berghuis insacca. Sembra fatta per il Feyenoord, ma i Tricolores non mollano, e a cinque minuti dalla fine del match trovano il pari con il solito Fran Sol, lesto a insaccare sottomisura un traversone dalla destra scrivendo un 1-1 nel quale i padroni di casa andavano credendo sempre meno. Black-out dell’Heracles, che ad Arnhem cade 4-0 in una gara senza storia: i gialloneri di Slutsky arrivano alla gara del GelreDome senza Tim Matavž infortunatosi gravemente nella gara contro il Feyenoord, ma all’11’ sono già avanti 1-0 grazie allo splendido destro di Navarone Foor, mentre a mettere in ghiaccio il successo dei locali è la doppietta del sostituto di Matavž, il tunisino Darfalou, che a cavallo dei due tempi trova in ripartenza la doppietta che fissa l’esito finale dell’incontro, con Büttner che chiude il 4-0 dal dischetto sciupando anche nel recupero il penalty della possibile Manita del Vitesse.

Il Vitesse accorcia su Feyenoord ed Heracles, mentre dati i brutti rovesci con PSV Eindhoven e Ajax anche AZ Alkmaar e VVV Venlo vedono avvicinarsi la concorrenza in zona Europa. L’aggancio al Venlo a 11 punti riesce all’ADO Den Haag, vittorioso 1-0 contro un Groningen che in questa stagione di sorrisi ne ha trovati veramente pochi: a l’Aia decide Hooi, che a ridosso della mezz’ora di gioco è puntuale all’appuntamento con il gol sul secondo palo su traversone del solito imprescindibile El Khayati. Torna al successo dopo quasi due mesi l’Heerenveen, che dopo il 3-2 di Zwolle della prima giornata centra in casa del De Graafschap un roboante 5-0, quasi interamente scritto già nella prima frazione. Sam Lammers apre le marcature con un fantastico sinistro a giro dopo essersi fatto beffe di El Jebli e Straalman saltati entrambi un paio di volte; i Frisoni dilagano dopo la mezz’ora con Lammers che si ripete raddoppiando da dentro l’area, e Vlap che fa doppietta tra il 36’ e il 40’. Nel secondo tempo un De Graafschap in serata no, per usare un eufemismo, rimane in dieci per l’espulsione per fallo di ultimo uomo di Bakker, e incassa a pochi minuti dal gong il 5-0 di Hornkamp sul terzo assist di serata di Zeneli, per un risultato che rilancia i Frisoni a contatto con la zona playoff e castiga severamente i locali nell’ultimo turno di Campionato prima della sosta per le Nazionali. A 10 punti come l’Heerenveen conferma i segnali di ripresa anche lo Zwolle, che dopo il 2-2 strappato in zona Cesarini settimana scorsa ad Alkmaar piega l’Excelsior 2-0: a castigare i rossoneri di Rotterdam è l’ex di giornata Mike van Duinen, al 22’ parte in progressione solitaria presentandosi in posizione di sparo e freddando Stevens dall’ingresso dell’area di rigore. In apertura di ripresa Lam di testa raddoppia sugli sviluppi di calcio piazzato, regalando il primo successo e i primi punti stagionali per i locali al MAC³PARK.

Primo successo sulla panchina dell’Utrecht per Dick Advoocat, che al Galgenwaard vede i suoi ragazzi piegare 2-1 un NAC Breda ancora fanalino di coda dell’Eredivisie: cambia la guida in panchina ma non quella tecnica in campo per l’Utreg, vittorioso grazie alla doppietta dell’ex-Roda Simon Gustafson che con un gol per tempo permette ai locali di fare festa nonostante il 2-1 di Rosheuvel a metà della seconda frazione. Chiude il programma di giornata lo spettacolare 3-3 del lunch-match domenicale tra Emmen e Fortuna Sittard: due volte sul doppio vantaggio i locali non riescono a tenere a distanza di sicurezza gli avversari di giornata, e negli ultimi dieci minuti subiscono la rimonta che permette al Fortuna Sittard di riacciuffare il 3-3 con José Rodríguez che al 91‘ di testa ha l’ultima parola di una emozionante altalena del gol.

EREDIVISIE 2018/19 – 8/a giornata

venerdì 05/10
Utrecht-NAC Breda  2-1  45’+5 e 49′ Gustafson (U), 65′ Rosheuvel (N)

sabato 06/10
ADO Den Haag-Groningen  1-0  32′ Hooi
Zwolle-Excelsior  2-0  23′ van Duinen, 55′ Lam
PSV Eindhoven-VVV Venlo  4-0  34′ Lozano, 64′ de Jong, 87′, Gutiérrez, 90’+2 rig. Lozano
De Graafschap-Heerenveeen  0-5  25′ e 28′ Lammers, 36′ e 40′ Vlap, 88′ Hornkamp

domenica 07/10
Emmen-Fortuna Sittard  3-3  37′ aut. Dammers (F), 65′ Arias (E), 70′ Lisandro Semedo (F), 73′ Bannink (E), 80′ Stokkers (F), 90’+1 José Rodríguez (F)
Willem II-Feyenoord  1-1  73′ rig. Berghuis (F), 85′ Fran Sol (W)
Vitesse-Heracles  4-0  11′ Foor, 42′ e 66′ Darfalou, 73′ rig. Büttner
Ajax-AZ Alkmaar  5-0  3′ van de Beek, 48′ Dolberg, 52′ aut. van Rhijn, 61′ Ziyech, 84′ Tadić

La classifica dopo la 8/a giornata

PSV Eindhoven24
Ajax19
Feyenoord17
Heracles Almelo16
Vitesse12
AZ Alkmaar12
VVV Venlo11
ADO Den Haag11
Heerenveen 10
Zwolle10
Willem II9
Utrecht9
Excelsior9
Emmen8
Fortuna Sittard7
De Graafschap7
Groningen4
NAC Breda3

Legenda:

Campione – Preliminari Champions League
Preliminari Champions League
Playoff Europa League
Spareggi Europa League
Nacompetitie
Retrocessa
Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.