Bundesliga, 7/a giornata: ottovolante Borussia Dortmund, Bayern Monaco in crisi

Salite tutti sulla giostra del Signal-Iduna Park, Lucien Favre e i suoi intrattenitori sono pronti a farvi divertire. No, non siamo improvvisamente impazziti, ma se volete divertirvi invece che andare al luna park potete guardare una partita del Borussia Dortmund (meglio ancora se dal vivo ovviamente). Dopo aver rimontato da 0-2 a 4-2 in casa del Bayer Leverkusen, i gialloneri si ripetono davanti ai propri tifosi contro l’Augsburg. Favre schiera quattro under 20 dal primo minuto: Hakimi, Zagadou, Sancho e Bruun Larsen. Sono due le partite che vanno in scena. La prima dura un’ora e vede i bavaresi avanti 1-0 grazie alla rete di Finnbogason. La seconda inizia al 59′, quando Favre decide di mandare in campo Paco Alcácer al posto di un impalpabile Philipp. Lo spagnolo impiega tre minuti a pareggiare una prima volta e venti una seconda (Max aveva portato di nuovo avanti l’Augsburg). A questo punto succede di tutto: Mario Götze (nell’Augsburg gioca invece il fratello Felix) porta avanti il Borussia alla sua prima presenza stagionale e sembra fatta per la capolista, ma all’87’ Gregoritsch gela tutto lo stadio segnando il gol del 3-3. Ecco allora palesarsi l’uomo della Provvidenza: è il 96′ infatti quando Paco Alcácer manda in visibilio la gente di Dortmund facendo tripletta direttamente su calcio di punizione e chiudendo così una sfida spettacolare sul 4-3. Clamorosa la media realizzativa dell’ex attaccante di Valencia e Barcellona da inizio stagione: una rete ogni trentatré minuti giocati. Questo ha portato a un record lo spagnolo: è il capocannoniere della Bundesliga e non ha mai giocato una partita dall’inizio.

Quarta vittoria in sette partite per il Werder Brema, che riscatto il ko subito a Stoccarda battendo 2-0 il Wolfsburg nell’anticipo del venerdì. Con i gol dei suoi due centrocampisti insostituibili Klaassen ed Eggestein, gli anseatici balzano al secondo posto e iniziano a sognare in grande. Per il Wolfsburg invece quinta partita consecutiva senza vittorie dopo i due successi iniziali.

Passiamo ora invece al crollo inatteso, ma forse neanche troppo viste le ultime prestazioni. Momento durissimo per Niko Kovač sulla panchina del Bayern Monaco. Il Borussia Mönchengladbach decreta ufficialmente la crisi dei campioni in carica espugnando l’Allianz Arena con un pesantissimo 3-0 grazie le reti nei primi sedici minuti di Pléa e Stindl e di Herrmann nel finale. Un avvio da incubo per i bavaresi, che nelle ultime quattro partite hanno collezionato due sconfitte (contro ‘Gladbach e Hertha) e due pareggi (contro Augsburg e Ajax). Situazione quindi già delicata per l’allenatore croato, che stando a quanto raccolto dalla Bild sarebbe già criticato dai giocatori. Secondo il giornale tedesco, James Rodríguez avrebbe detto queste parole furibondo al termine della sconfitta di Berlino: “Non siamo all’Eintracht Francoforte qui”. Durante la sosta ci sarà da lavorare e da riflettere per Kovač. Solo gioie invece in casa ‘Gladbach: sette punti nelle ultime tre partite e secondo posto insieme a Werder, Hertha e RB Lipsia.

I sassoni infatti infilano la loro terza vittoria consecutiva in campionato battendo con un tennistico 6-0 il Norimberga. Doppiette di Sabitzer e Werner e gol di Kampl e Poulsen per i biancorossi, che hanno ora il secondo miglior attacco del campionato dopo il Dortmund. Striscia positiva anche per l’Eintracht Francoforte, che, galvanizzato dal successo in Europa League sulla Lazio, va a vincere in casa dell’Hoffenheim. Grandi protagonisti gli attaccanti salvi dei rossoneri: a segno infatti Rebić e Jović.

IL GIOCATORE DELLA SETTIMANA – Alhassane Pléa (Borussia Mönchengladbach). Premesso che anche Paco Alcácer si sarebbe meritato il premio per la tripletta realizzata in mezz’ora di gioco, questa settimana abbiamo deciso di puntare sull’attaccante del ‘Gladbach. Un po’ perchè lo spagnolo era già presente in questa rubrica domenica scorsa, un po’ perchè un gol all’Allianz Arena non è come tutti gli altri. L’ex attaccante del Nizza apre le marcature sul campo del Bayern Monaco con un bel destro rasoterra nell’angolino segnando il suo quinto gol in questa Bundesliga (di cui quattro in trasferta): non male per essere alla prima stagione in Germania. Pléa è andato a segno nelle ultime quatto partite e in cinque della ultime sei; con lui la squadra di Hecking può puntare decisa a conquistarsi un posto in Europa.

BUNDESLIGA — 7/a giornata

Venerdì

Werder Brema-Wolfsburg  2-0  35′ Klaassen, 86′ Eggestein

Sabato

Borussia Dortmund-Augsburg  4-3  22′ Finnbogason (A), 62′ Paco Alcácer (B), 71′ Max (A), 80′ Paco Alcácer (B), 84′ Götze (B), 87′ Gregoritsch (A), 90’+7 Paco Alcácer
Hannover-Stoccarda  3-1  30′, 45’+1 Wood (H), 50′ Gómez (S), 90’+1 Bebou (H)
Mainz-Hertha Berlino  0-0
Fortuna Düsseldorf-Schalke 04  0-2  47′ McKennie, 53′ Burgstaller
Bayern Monaco-Borussia Mönchengladbach  0-3  10′ Pléa, 16′ Stindl, 88′ Herrmann

Domenica

Friburgo-Bayer Leverkusen  0-0
Hoffenheim-Eintracht Francoforte  1-2  40′ Rebić (E), 46′ Jović (E), 82′ Nelson (H)
RB Lipsia-Norimberga  6-0  3′ Kampl, 7′ Poulsen, 21′ Sabitzer, 32′ Werner, 55′ Sabitzer, 59′ Werner

CLASSIFICA BUNDESLIGA

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.