Il nuovo Cristiano Ronaldo, a servizio della Juventus

“Quanti gol segnerà Cristiano Ronaldo in Italia?”: dopo i numeri spaventosi nelle stagioni al Real Madrid il fenomeno portoghese è sbarcato alla Juventus e tutti si aspettavano una valanga di reti, ma l’avvio di stagione ha messo in mostra un giocatore completamente nuovo.

“Solo” tre reti in sette partite (la doppietta contro il Sassuolo e il centro a Frosinone), ma ben cinque assist issandosi al primo posto di questa speciale classifica soprattutto dopo l’ottima prestazione fornita contro il Napoli quando da due sue giocate è andato a segno altrettante volte Mandžukić.

Il Cristiano Ronaldo di Madrid era un giocatore diverso, catalizzava su di sé tutte le azioni e voleva segnare a tutti i costi: i suoi numeri parlano chiaro con una media di oltre una rete a partita nella Liga in nove stagioni, ma solo 95 assist in 292 partite giocate. La convivenza con Benzema e Bale pareva più difficoltosa rispetto alla grande intesa avuta fin da subito con Mandžukić e soprattutto Bernardeschi, letteralmente esploso con il portoghese accanto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un’altra importante vittoria! Avanti cosi ragazzi, tutti insieme! #finoallafine

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano) in data:

CR7 infatti è sbarcato in Italia con uno spirito tutto nuovo, più volto al sacrificio per il bene della squadra piuttosto che per sé stesso, forse dovuto anche alla carta d’identità: i suoi 33 anni non gli permettono più di giocare al massimo tutte le partite e dovrà sicuramente dosarsi per portare alla Juventus quel titolo che in casa bianconera manca ormai da 22 anni e che il portoghese ha già vinto cinque volte in carriera.

Anche in chiave Fantacalcio, gli allenatori che hanno investito la maggior parte dei propri crediti per l’asso portoghese sono stati ben ripagati e, in attesa che anche i +3 comincino a fioccare a raffica, si godono i passaggi vincenti che CR7 sta sfornando ai compagni.

Cristiano Ronaldo nel giro di pochi mesi è già entrato completamente nell’ambiente Juventus: disciplina, sacrificio e vittorie. Un marziano come lui, ossessionato dalla vittoria, è sempre un gradino sopra gli avversari in un club dove nulla è lasciato al caso.

Condividi
Nato a Brescia nel marzo del 1992, ama lo sport in generale, soprattutto calcio, tennis e motori. Pratica i primi due a livello amatoriale senza grandi risultati. Appena può, ama seguire gli sport "dal vivo".