Lazio, il momento di ripartire. Francoforte occasione di riscatto

L’Europa League e la partita con la Fiorentina per ripartire e dimenticare la sconfitta nel derby. Era prevedibile che un passo falso con la Roma avrebbe rimesso in discussione le cose nonostante la precedente serie di risultati positivi, così è stato effettivamente. Stanno mancando due punti chiave come Milinkovic Savic e Luis Alberto, quest’ultimo protagonista di un post derby rovente. Ad agosto la mossa di Lotito di mantenere in casa biancoceleste i suoi gioielli era stata definitiva un gran colpo di mercato, ma dopo poche partite di campionato si sta rivelando avversa. I giocatori non hanno mantenuto la continuità con passata stagione e il loro calo, sia fisico che di prestazione, tentenna a risalire. C’è qualcosa che non va ma non si capisce se sia un problema di giocatori o un qualcosa più in generale che riguarda l’intero ambiente. L’unica cosa certa è che la Lazio sta iniziando a interrogarsi e due punti inamovibili rischiano di essere scalzati da Caicedo e Correa, che iniziano a farsi strada per un posto da titolare.

Intanto Inzaghi studia il turnover adatto per affrontare Eintracht stasera e Fiorentina domenica. Dai ragazzi vuole maggiore cattiveria, quella che è mancata nella stracittadina di sabato. Nel frattempo il tecnico biancoceleste è tornato su un argomento che interessa e ha interessato parecchi allenatori: la scelta del calendario. La Lazio reclama maggior riposo in campionato in coincidenza con le sfide di Coppa. In passato dopo una gara di Europa League si è vista posticipare la propria sfida alla domenica sera o, nel migliore dei casi, il lunedì sera. Domenica invece sfideranno la Fiorentina di domenica pomeriggio; troppo poco visto che la squadra tornerà anche da una trasferta in Germania. Curioso il fatto che anche lo stesso Stefano Pioli, tecnico dei viola, si sia lamentato in passato per una partita giocata di domenica pomeriggio con la squadra reduce da un impegno infrasettimanale. Il calcio spezzatino è la novità della serie A per la stagione in corso, ma questa totale frammentazione delle partite a quanto pare presenta alcune anomalie. Le società dovrebbero farsi sentire di più a riguardo per far in modo che nel girone di ritorno non avvengano casi analoghi.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.