Barcellona, ancora una tribuna per Malcom: da acquisto dell’anno a meteora costosa?

Quando nel bel mezzo del calciomercato estivo il Barcellona ufficializzò il suo acquisto, Malcom divenne il protagonista di un vero e proprio caso. La Roma si sentiva già proprietaria del suo cartellino, ma a causa dell’intromissione dei blaugrana si ritrovò in mano un pugno di mosche. Monchi provò a fare la voce grossa promettendo di adire alle vie legali, ma poi il caso si sgonfiò e i giallorossi virarono su altri giocatori. Sembrava il solito sgarbo di mercato che, ogni tanto, viene fuori nonostante il gentleman agreement tacito tra le società europee. Ma quello che sta accadendo oggi ha ancora più dell’incredibile.

Ebbene, nonostante sia stato pagato ben 41 milioni di euro, Malcom è ancora un oggetto misterioso. Il suo esordio risale a Barcellona-Tottenham della Internacional Champions Cup, in cui Valverde lo inserì nel secondo tempo. La partita finì 2-2 nei tempi regolamentari e fu grazie anche a un suo penalty che i catalani portarono a casa la vittoria dopo i calci di rigore. Da lì in poi sembrava che si potesse assistere a un impiego sempre maggiore, visto che comunque un periodo di ambientamento era fisiologico. Invece il brasiliano è sceso in campo solamente per pochi spiccioli di gara: 6 minuti contro il Valladolid e 19 contro il Leganés.

In Spagna sembrano sicuri su una cosa: Malcom è stato un acquisto voluto fortemente dalla società ma non da Valverde. L’ex tecnico dell’Atheltic non ne ha mai approvato l’arrivo e non ha cambiato idea nemmeno ad affare concluso. “È un calciatore giovane che il club pensa che ci possa aiutare. Se sarà titolare o no, dipenderà dal suo rendimento. È molto tempo che lo stavano seguendo” dichiarò l’allenatore del Barcellona proprio prima di quella famosa partita col Tottenham in ICC. Chi ama trovare un significato recondito tra le righe, ritiene che le parole di Valverde non siano state casuali e che denotassero già insofferenza nei confronti dell’ex esterno del Bordeaux.

E potremo dire, da un Tottenham a un altro il risultato è mutato, ma in peggio. Stasera i blaugrana torneranno ad affrontare gli Spurs in Champions League, ma Malcom vedrà la partita dalla tv, non essendo stato neppure convocato. È rimasto in Catalogna, al pari degli infortunati Sergi Roberto e Umtiti. Neppure la cifra monstre pagata in estate sembra aver ammorbidito Valverde, che continua a tenerlo fuori dal suo progetto. Malcom dovrà rialzarsi, se non vorrà passare da essere l’acquisto sensazionale dell’anno alla meteora più costosa della storia del Barça.

 

Condividi
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.