Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi evitare nella 6/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Attenzione agli assenti, soprattutto durante il turno infrasettimanale, con gli allenatori di A che sono soliti fare numerosi cambi negli undici titolari. Allora il nostro consiglio è quello di rischiare il meno possibile, limitando l’azzardo ai soli nomi importanti. Sono 4 gli squalificati della 6/a giornata (Douglas Costa, Pulgar, Calaiò e Zajc), ai quali si aggiunge qualche infortunato dell’ultim’ora (Bani, Barzagli e Acquah su tutti) e la solita sfilza di situazioni in dubbio: Gómez, De Silvestri, Pavoletti, Caprari, Kownacki, Poli, Grassi, Maiello, Pasqual, Caldara e Cutrone.
In quanto alla flop 11, il portiere che ci convince meno stavolta è il laziale Strakosha, atteso da una trasferta insidiosa contro un’Udinese in forma. Nei tre dietro, rinunciamo volentieri a Goldaniga (la Roma è ferita dopo il KO di Bologna e tutta la difesa del Frosinone non avrà vita facile), a Vitor Hugo (lui è in crescita, ma a San Siro è tosta. Senza dimenticare che Icardi contro la Fiorentina segna quasi sempre) e a Moretti (malissimo contro il Napoli, a Bergamo rischia ancora). In mediana, vi sconsigliamo il parmense Di Gaudio (quanti spazi troverà al San Paolo? Ci aspettiamo una marcatura attenta da parte di Hysaj), il viola Veretout (contro l’Inter sarà battaglia e probabile cartellino), il felsineo Džemaili (in ripresa contro la Roma, ma attendersi il meglio anche allo Stadium contro la capolista è forse troppo) e il cagliaritano Padoin (ha riposato a Parma, dunque giocherà contro la Samp, ma il suo apporto in fase offensiva sarà per forza di cose limitato). Per concludere, un tridente poco raccomandabile: Zaza non è ancora riuscito a inserirsi nei dettami tattici di Mazzarri, difficile che faccia bene contro l’Atalanta, per Inglese a Napoli sarà una gara dal sapore particolare, lui è caldo dopo il gol al Cagliari, ma Albiol e Koulibaly gli riserveranno un trattamento speciale, infine Falcinelli, ancora a secco in campionato, di scena all’Allianz Stadium contro la Juventus e in ballottaggio serrato con Okwonkwo.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.