Genoa-Bologna: precedenti, statistiche e curiosità

Derby “cromatico” al Ferraris, dove il Genoa di Ballardini ospita il Bologna di Filippo Inzaghi ancora a caccia del primo gol in questo Campionato; una sorta di paradosso per la squadra allenata da uno dei più grandi bomber della storia recente del nostro calcio, che dovrà fare i conti con un Genoa in campo solamente due volte a causa della disgrazia del ponte Morandi.

ULTIMI 5 PRECEDENTI IN SERIE A:
2017/18 Genoa-Bologna 0-1 73′ Palacio
2016/17 Genoa-Bologna 1-1 57′ Viviani (B), 90’+4 Ntcham (G)
2015/16 Genoa-Bologna 0-1 90’+2 Rossettini
2013/14 Genoa-Bologna 0-0
2012/13 Genoa-Bologna 2-0  57′ e 73′ Borriello

VITTORIE CON MAGGIOR SCARTO IN SERIE A:
1947/48 Genoa-Bologna 7-2 17′ Grisanti (G), 25′ Brighenti I (G), 30′ Matteucci (B), 41′ Dalla Torre (G), 42′ Formentin (G), 56′ Dalla Torre (G), 58′ Biavati (B), 82′ Dalla Torre (G), 87′ Brighenti I (G)
1976/177 Genoa-Bologna 0-2  1′ e 84′ Chiodi
1964/64 Genoa-Bologna 0-2 52′ rig. Haller, 76′ Pascutti
1959/60 Genoa-Bologna 0-2 43′ Campana, 85′ Pivatelli
1937/38 Genoa-Bologna 1-3 Scarabello (G), Montesanto (B), Biavati (B), Puricelli (B), Cattaneo (G)

RISULTATO PIÙ FREQUENTE:
Genoa-Bologna 1-0

PARTITA CON IL MAGGIOR NUMERO DI GOL:
1947/48 Genoa-Bologna 7-2 17′ Grisanti (G), 25′ Brighenti I (G), 30′ Matteucci (B), 41′ Dalla Torre (G), 42′ Formentin (G), 56′ Dalla Torre (G), 58′ Biavati (B), 82′ Dalla Torre (G), 87′ Brighenti I (G)

STATISTICHE IN SERIE A (GENOA IN CASA)
Vittorie Genoa: 17
Pareggi: 13
Vittorie Bologna: 13
Gol fatti Genoa: 59
Gol fatti Bologna: 47

STATISTICHE IN SERIE A (TOTALI)
Vittorie Genoa: 21
Pareggi: 30
Vittorie Bologna: 35
Gol fatti Genoa: 105
Gol fatti Bologna: 128

La partita del Ferraris vede il Genoa arrivare alla quarta giornata con una vittoria sofferta sull’Empoli e una sconfitta per 3-5 sul campo del Sassuolo e opsita il Bologna, capace di infilare un solo punto in tre partite senza trovare ancora la prima rete. L’Under 1.5 potrebbe essere una scommessa stimolante.

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.