Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi evitare nella 1/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

LA GUIDA COMPLETA CON I CONSIGLI PER L’ASTA

POLLICE GIÙ – Sembrerà banale, ma i primi giocatori da evitare sono gli assenti. Anche se il campionato deve ancora cominciare, è già folto il gruppo di giocatori che marcheranno visita in questo primo fine settimana di Serie A. Intanto, ci sono 7 squalificati: Patric, Lulić, Lucas Leiva, Ansaldi, Srna, João Pedro e Calaiò. Tanti anche gli infortunati, alcuni dei quali saranno costretti a stare ai box a lungo: Spinazzola, Lukaku, V. Berisha, Meret, Ghoulam, Younes, Lyanco, Donsah, Destro, Maietta, Bastoni, Badu, Ingelsson, Peluso, Gori e Paganini. Non mancano nemmeno i giocatori in dubbio, per i quali come sempre vi consigliamo di attendere almeno i convocati e qualche indicazione dei tecnici alla vigilia. L’elenco comprende De Sciglio, Murgia, Ljajić, Vicari, Djourou, Gazzola, Dezi, Ciciretti, Musso, Lemos, Nainggolan, Škriniar, Iličić e D’Alessandro.
Ma veniamo alla prima flop 11 del campionato 2018/19: il numero 1 che ci convince meno è il ciociaro Sportiello, impegnato sul difficilissimo campo di un’Atalanta già in forma. Retroguardia sconsigliata composta da Lemos (in dubbio e comunque impegnato contro l’Inter di Icardi e Lautaro Martínez), Bani (ha il poco ambito onore di essere il primo difensore del nostro campionato a marcare CR7) e Moretti (dovrebbe essere lui a comporre la coppia difensiva con Nkoulou, ma gli anni avanzano e l’attacco della Roma fa paura). I quattro sconsigliati del centrocampo rispondono al nome di Verdi (altri tempi quelli di Bologna, al Napoli dovrà faticare per guadagnare spazio), Duncan (contro l’Inter, la sua ex squadra, è più probabile il cartellino che il bonus), Meïté (da verificare l’impatto col calcio italiano, meglio aspettare) e Hallfredsson (trasferta impossibile contro l’Atalanta, anche per un guerriero come lui). Dulcis in fundo, un tridente con poche probabilità di centrare il bersaglio grosso, anche perché sono tutti a forte rischio panchina: Niang, Perica e Djordjević, che sono impegnati, tra l’altro, in partite non proprio agevoli rispettivamente contro Roma, Atalanta e Juventus.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.