RSL svizzera 4/a: vola lo YB, risveglio Basilea, Thun a forza 5

La Raiffeisen Super League svizzera è arrivata al quarto turno e, nel prossimo fine settimana, farà la prima sosta: incombono, infatti, i tradizionali 32/imi di finale della Coppa, vale a dire le partite tra le piccole squadre regionali e quelle professionistiche, con queste ultime in trasferta.

Una vera festa del calcio, dove le compagini della Swiss Football League si avventurano a sfidare, sovente, piccole compagini di dilettanti, in campetti di provincia dove, ai margini, si rosolano Bratwurst, fondue e altre prelibatezze locali, per la gioia di tutti.

Cosa ci regala questo turno? Intanto, la consapevolezza che Seoane ha preso già in mano la corazzata bernese. Già a Lugano, due settimane fa, davanti a noi, i gialloneri avevano mostrato sicurezza e concretezza. Ieri, però, a Lucerna, per la prima volta nel torneo sono stati rimontati (al vantaggio di Hoarau, al 24′, ha risposto Schürpf, trasformando un calcio di rigore al 67′).

La cosa avrebbe potuto creare qualche contraccolpo psicologico. I carri armati bernesi, invece, hanno ripreso a macinare gioco come se nulla fosse, trovando prima il vantaggio con Ngamaleu al 72′, mettendo poco dopo in cassaforte il risultato, grazie a un rigore trasformato da Hoarau 5′ più tardi. Buono per le statistiche il gol di Gvilla all’89’, peraltro di buona fattura (un colpo di testa su traversone dalla destra di Schneuwly).

La dimensione esatta del valore di questo YB ce la daranno i preliminari di Champions, dove gli elvetici saranno contrapposti, con molta probabilità, alla Dinamo Zagabria di Gavranović (che ha espugnato 0-2 all’andata il campo dell’Astana). Di fatto, si tratta di un’avversaria all’altezza dei campioni svizzeri: se raggiungeranno la fase a gironi della massima competizione europea, si vedrà quali ripercussioni ci saranno nel loro percorso in patria. Sinora, le nude cifre dicono 12 punti, 12 gol segnati e solo 2 subiti: niente male, considerato che le inseguitrici (San Gallo, Zurigo e Basilea) sono già 5 lunghezze dietro.

Il Basilea, dopo l’eliminazione dai preliminari di Champions League, ha trovato, in settimana, una vittoria in Olanda per l’Europa League e, ieri, un’altra affermazione (questa volta casalinga) contro i rivali di sempre del Sion. La cura Keller, insomma, funziona. La data che i renani si sono segnati sul calendario è il 23 settembre, quando andranno a far visita ai campioni in carica allo Stade de Suisse di Berna: lì, probabilmente, potranno avere la misura esatta dei progressi fatti. Lo scorso anno, per dire, subirono tre sconfitte su tre incontri giocati, tra campionato e Coppa.

Dietro, chi sta invece impressionando positivamente è il Thun. I bernesi, dati sempre per candidati alla retrocessione, a inizio torneo, ieri hanno inflitto (in trasferta) 5 reti allo Xamax che, finora, aveva fatto abbastanza bene. Tosetti e compagni non sono impeccabili dietro (7 reti subite), ma hanno 10 gol all’attivo, che è una bella cifra, soprattutto rispetto alle rivali della parte destra della graduatoria.

Il segreto è sempre lo stesso: un ambiente sereno (abbiamo ancora negli occhi presidente e giocatori che si sono esibiti in una performance musicale al Galà di Lucerna, quest’inverno) nonostante le difficoltà finanziarie, una dirigenza che capisce di calcio e che punta sui giovani talenti rossocrociati, che cerca con costanza certosina in giro per la Confederazione.

I giovani vengono presi in carico dalla società che si preoccupa di crescerli, formarli e rivenderli alle grandi: quest’anno è stato il turno di Lauper (approdato a Berna): lo scorso anno erano stati Rapp e Fassnacht a partire. A modo suo, è ciò che sta provando a fare il Lugano in Ticino: vedremo, nei prossimi anni, come andranno le cose.

Sabato 11 Agosto

Lugano-Grasshopper  2-2  (1-0)     
Xamax-Thun  1-5  (1-3)

Domenica 12 Agosto

Lucerna-Young Boys  2-3  (0-1)
Basilea-Sion  3-2  (2-1)
Zurigo-San Gallo  0-0  

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2018/19 – 4/a giornata

Pos. Squadra Diff. reti Punti | Pos. Squadra Diff. reti Punti
1 Young Boys +9 12 | 6 Thun +3 6
2 Basilea +2 7 | 7 Lugano -3 4
3 San Gallo +0 7 | 8 Xamax -5 4
4 Zurigo -1 7 | 9 Lucerna -2 3
5 Sion +3 6 | 10 Grasshopper -6 1

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.