RSL svizzera 3/a: dominio Young Boys, il Sion fa suo il derby e si rilancia

Terza giornata, per la Raiffeisen Super League svizzera, che vedeva lo scontro diretto tra le due compagini ancora a punteggio pieno, e alcune sfide tra grandi e squadre in ripresa. Ma andiamo a vedere come sono andate le cose, nel massimo campionato svizzero di calcio, in questo fine settimana.

Nei due anticipi del sabato, ritorno alla vittoria per il Basilea del nuovo allenatore Koller, contro un GCZ ancora al palo dopo tre incontri. Curiosità: il tecnico dei renani era sulla panchina delle Cavallette nel 2003, anno dell’ultimo titolo per i biancoblù.

Partita subito in discesa per i renani, passati all’8′ con un bel tiro da fuori rea di Zuffi, al termine di una combinazione con Ajeti. Il raddoppio di Frei è arrivato al 40′, con la complicità della retroguardia zurighese. Nel secondo tempo, il Basilea è andato a segno altre due volte, con Ajeti (64′) e, 4′ più tardi, con Van Wolfswinkel. La tardiva reazione degli ospiti ha portato ai gol di Bahoui e Djuricin. Da evidenziare,  i due errori dal dischetto di Sigurjónsson (83′) e Djuricin (nel recupero).

Della sconfitta del Lugano a Lucerna abbiamo scritto già nella serata di sabato e nell’approfondimento di ieri. Da aggiungere, c’è il contenuto dell’intervista concessa dal presidente Renzetti alla RSI, ieri, con il quale il massimo dirigente bianconero ha chiaramente detto che farà un repulisti totale in caso di risultato negativo sabato sera. Insomma, si annuncia una settimana di tensione in Ticino.

Nelle partite di domenica, lo Young Boys ha confermato il suo dominio in questa prima parte del torneo. I gialloneri hanno infatti in parte vendicato la sconfitta patita nella finale di Coppa svizzera, a maggio, demolendo i tigurini, davanti a 23.000 spettatori, con un secco 4-0. Tutti a segno gli uomini di punta di Seoane: Sulejmani (12′), Fassnacht (15′), Hoarau (45′) e Nsame (75′).

Tanti gol e tante emozioni a San Gallo, dove i Brodisti pensavano di avere chiuso la pratica Thun al termine della prima frazione (3-0, con doppietta di Kukuruzović e rete nel finale di Itten). Nella ripresa, i biancorossi hanno invece ritrovato testa e gambe, andando a segno al 75′ con Sorgić e, 3′ più tardi, con Salatić. Tuttavia, il grande cuore degli Oberlanderen non ha loro consentito di pervenire a un pareggio che avrebbe avuto del clamoroso.

Infine, il Sion ha fatto suo il derby romando con lo Xamax, infliggendo ai neocastellani la loro prima sconfitta stagionale. Ai vallesani sono bastati 3′ di fuoco di Kasami, che è andato in rete due volte prima della pausa (37′ e 40′). Nella ripresa, ci ha pensato Grgić, al 47′, a chiudere definitivamente i conti, rilanciando la sua squadra che, domenica prossima, proverà, al St-Jacob Park di Basilea, a misurare le proprie velleità per una stagione di vertice. Sogno questo, neppure troppo segreto, del presidente Constantin.

Sabato 4 Agosto

Lucerna-Lugano  0-2  (2-1)     
Basilea-Grasshopper  4-2  (2-0)

Domenica 5 Agosto

Young Boys-Zurigo  3-0  (3-0)
Sion-Xamax  3-0  (2-0)
San Gallo-Thun  3-2  (3-0)

CLASSIFICA PROVVISORIA RSL SVIZZERA 2018/19 – 3/a giornata

Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Young Boys+89|6Xamax-14
2Sion+46|7Lucerna-13
3San Gallo+06|8Thun-13
4Zurigo-16|9Lugano-33
5Basilea+14|10Grasshopper-60

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.