Allsvenskan 15/a: AIK sempre davanti, risale il Malmö, ossigeno per il Göteborg

Giro di boa, per l’Allsvenskan: dalla settimana prossima, inizia infatti il girone di ritorno, per il massimo campionato di calcio svedese.

Il turno di questa settimana vedeva sfide interessanti, come quella che contrapponeva il Malmö (in lieve ripresa in queste ultime settimane) al lanciato Norrköping, o quella, molto interessante per la coda, tra Dalkurd e Sirius. Impegni casalinghi, infine, per Djurgården e AIK, con l’Hammarby in trasferta nel posticipo sul campo del traballante Trelleborgs.

Il Malmö sembra essere tornato. Trascinati dai buoni risultati in Europa, i biancocelesti hanno trovato un minimo di regolarità anche in patria, e la vittoria di sabato, in casa contro il Norrköping (reti di Rosenberg su rigore al 5′, e di Rieks al 65′, con momentaneo pareggio di Skrabb al 56′) è un segnale di buona salute. Certo, la distanza dalla testa è notevole: tuttavia, l’organico dei campioni di Svezia in carica è senza dubbio di livello elevato.

Sempre sabato, il Göteborg ha ottenuto tre punti importanti per staccarsi dalla parte bassa della classifica, superando nettamente in casa il Brommapoikarna, con una tripletta di Omarsson (20′, 85′ e 88′). Il Sirius si è rilanciato del tutto nella lotta per la salvezza, battendo in trasferta il Dalkurd: terza vittoria consecutiva per i nerazzurri, che la settimana prossima non giocheranno, avendo già dsputato in anticipo la prevista partita con l’AIK a maggio. L’Östersunds ha invece superato di misura, con un gol di Hopcutt al 42′, un Elfsborg sempre più in difficoltà.

Mezzo passo falso, invece, domenica pomeriggio, per il Djurgården contro il Sundsvall, che si confedrma squadra rivelazione di questo giorne d’andata del torneo. Al gol di Badji per i padroni di casa al 76′ (che hanno ceduto, in settimana, il bomber Kadewere), ha risposto, 4′ più tardi, Wilson, smarcato da un bellissimo colpo di tacco dell’ex Lugano Hallenius. L’Häcken, dopo la pesante sconfitta in Europa League contro il Lipsia, non è riuscito a superare in casa l’Örebro. I gialloneri di Alm, dopo aver sprecato tantissimo, avevano trovato la rete con Faltsetas al 63′. Tuttavia, a 14′ dal termine, il bianconero Igboananike ha segnato il pareggio per i suoi.

L’AIK ha infilato invece la quarta vittoria consecutiva in campionato, superando di rigore (Goitom al 51′) il Kalmar. La capolista, ora, potrà provare, giovedì prossimo, a rovesciare l’1-0 incassato in Danimarca dal Nordsjaelland in Europa League.

Infine, nel posticipo di lunedì seral’Hammarby ha liquidato il Trelleborgs. I Bajen sono passati in vantaggio al 28′ con Martinsson, che ha fulmonato il portiere avversario con una violenta conclusione da fuori area. Dopo soli 2′, il raddoppio messo a segno da Djurdjić, abile a insaccare un suggerimento di Borges dalla sinistra. Nella ripresa, o biancoblù hanno riaperto l’incontro al 55′ con Hummet, bravo a infilare l’angolino lontano con un rasoterra da fuori area. Tanković ha però ristabilito le distanze al 72′ dopo essere stato smarcato in area da Barry, regalando la sicurezza ai suoi.

Allsvenskan 2018 15/a giornata – risultati

Sabato 28 Luglio

Malmö-Norrköping  2-1  (1-0)
Östersunds-Elfsborg  1-0  (1-0)
Göteborg-Brommapoikarna  3-0  (1-0)
Dalkurd-Sirius  1-3  (0-2)

Domenica 29 Luglio

Häcken-Örebro  1-1  (0-0)
Djurgården-Sundsvall  1-1  (0-0)
AIK-Kalmar  1-0  (0-0)

Lunedì 30 Luglio 

Trelleborgs-Hammarby  1-3  (0-2) 

CLASSIFICA PROVVISORIA ALLSVENSKAN 2018 – 15/a GIORNATA – AIK, Djurgården, Malmö e Sirius una partita in più

Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti | Pos. Squadra Gol fatti/subiti Punti
1 AIK 31/11 36 | 9 Kalmar 16/16 20
2 Hammarby  32/18 33 | 10 Häcken 22/16 19
3 Norrköping 26/16 30 | 11 Göteborg 20/23 19
4 Djurgården 24/14 28 | 12 Elfsborg 15/19 16
5 Östersunds 26/18 27 | 13 Sirius 18/35 14
6 Malmö 24/21 25 | 14 Trelleborgs 15/29 11
7 Sundsvall 23/19 22 | 15 Brommapojkarna 9/33 10
8 Örebro 19/19 20 | 16 Dalkurd 19/32 9

Legenda: qualificata ai preliminari di CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la terza classificata in Superettan, retrocesse in Superettan

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.