1.HNL, 1/a giornata: subito ok Rijeka, male Dinamo Zagabria. Crollo Hajduk in casa Osijek

Anche in Croazia comincia ufficialmente la nuova stagione calcistica, con il campionato che ha aperto le danze proprio questo week-end con il primo turno. E la prima sorpresa stagionale arriva già nella gara d’esordio tra la Dinamo Zagabria campione in carica e il Rudeš, che si devono accontentare dell’1-1. Un risultato che, quasi paradossalmente, lascia più amaro nella bocca della squadra ospite, che al Maksimir si è vista strappare dalle mani una storica vittoria solo all’ultimo istante: l’autorete di Moharrami porta avanti i biancoblù e solo il colpo di tacco di Perić al 93′, su assist di un prodigioso Fiolić, salva la squadra della capitale dalla figuraccia. Un pareggio che trova giustificazione solo alla luce delle fatiche dei preliminari di Champions League, con la Dinamo che ora volerà in Israele per difendere il 4-0 rifilato all’andata all’Hapoel Beer-Sheva.

Non sbaglia, invece, il Rijeka, che senza troppi problemi supera per 2-0 il Gorica neo promosso e allo storico esordio in massima serie croata: Pavičić apre le marcature con un colpo al volo, Pavelić raddoppia qualche minuto più tardi con un tiro a giro da fuori area. Nessun affanno, insomma, per i fiumani, che cercano di approfittare subito del mezzo passo falso della Dinamo e, soprattutto, del clamoroso crollo dell’Hajduk Spalato in casa dell’Osijek. Finisce con un perentorio 4-1 in favore dei bijelo-plavi il big-match di giornata: Nizić illude gli uomini di Kopić al 12′, poi l’Osijek ribalta il risultato con la meravigliosa rovesciata di Henty, il tocco ravvicinato di Mudrazija, il rigore di Hajradinović e il colpo finale del neo acquisto Guti. Umiliazione pesante per l’Hajduk Spalato, evidentemente affaticato dalla vittoria di misura con lo Slavia Sofia in Europa League e ora atteso dalla trasferta in Bulgaria per difendere il passaggio del turno nei preliminari di coppa.

Nelle altre gare, comincia con un 4-0 da urlo la stagione della Lokomotiva Zagabria, che dimostra di aver smaltito discretamente le cessioni pesanti di quest’estate: la gran doppietta del giovane attaccate Babić, prima rete di Radonjić (ex Dinamo) e il ko finale di Krstanović regalano alla seconda squadra della capitale un successo netto contro l’Inter Zaprešić che la fa volare in testa alla classifica. Infine, finisce 1-1 tra Istra 1961 e Slaven Belupo: al pallonetto di Bongongui per gli ospiti risponde Rubić di testa da pochi metri, firmando un pareggio tutto sommato giusto.

 

RISULTATI

Venerdì 27/07

Dinamo Zagabria-Rudeš  1-1  28′ Aut. Moharrami (R), 90’+3′ Perić (D)

Sabato 28/07

Lokomotiva Zagabria-Inter Zaprešić  4-0  10′ Babić, 24′ Radonjić, 34′ Babić, 90’+2′ Kstanović
Rijeka-Gorica  2-0  20′ Pavičić, 27′ Pavelić

Domenica 29/07

Istra 1961-Slaven Belupo  1-1  52′ Bongongui (S), 74′ Rubić (I)
Osijek-Hajduk Spalato  4-1  12′ Nizić (H), 19′ Henty (O), 21′ Mudrazija (O), 65′ Rig. Hajradinović (O), 90’+3′ Guti (O)

CLASSIFICA
Pos.SquadraDiff. retiPunti|Pos.SquadraDiff. retiPunti
1Lokomotiva Zagabria+43|6Istra 196101
2Osijek+33|7Rudeš01
3Rijeka+23|8Gorica-20
4Dinamo Zagabria01|9Hajduk Spalato-30
5Slaven Belupo 01|10Inter Zaprešić-40

Legenda: Vincitrice 1. HNL e qualificata ai preliminari di CLqualificate ai preliminari di EL, play-outretrocessa in 2. HNL

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.