Formula 1 – A Hockenheim la pioggia rovescia la classifica: trionfa Hamilton

Lewis Hamilton vince la battaglia e torna in testa al Mondiale. La pioggia, arrivata nelle ultime battute di gara, rovescia completamente l’epilogo della corsa in terra tedesca: il pilota inglese, partito quattordicesimo per i problemi avuti ieri in qualifica, approfitta di una strategia perfetta e del ritiro di Sebastian Vettel, finito a muro a causa della pioggia. Doppietta Mercedes: Valtteri Bottas chiude al secondo posto, dopo aver ricevuto l’ordine dal box di rimanere dietro al compagno di squadra. Sul podio anche Kimi Raikkonen, mai così vicino a tornare alla vittoria.

Gara molto tranquilla, fino all’inizio del maltempo: da segnalare soltanto il ritiro di Ricciardo (ancora problemi tecnici sulla sua Red Bull) e la buona prestazione delle Haas. Vettel mantiene la testa della gara fino al pit stop: all’uscita dai box Raikkonen – pit stop anticipato per il finlandese –  guadagna la vetta della corsa e la mantiene per diversi giri. Con l’arrivo della pioggia, diverse scuderie – tra cui la Red Bull – provano il tutto per tutto: Verstappen, Alonso, Leclerc e Gasly si fermano per montare gomme da bagnato, ma la strategia si rivelerà presto sbagliata – soprattutto nel caso di Gasly, che ha montato gomme full wet.

Proprio nel momento in cui la pioggia inizia a diminuire, ecco il colpo di scena: Vettel, agevolmente in testa, finisce lungo nel settore dello stadio, concludendo sul muro la propria gara. Con la safety car, Hamilton guadagna la testa della gara davanti a Bottas, Raikkonen e Verstappen – la top 4 rimarrà questa anche sul traguardo. Ottimo quinto posto per Nico Hulkenberg, che precede Grosjean, le due Force India di Perez e Ocon, un ottimo Ericsson e il compagno di squadra Sainz, che però perderà la decima posizione a causa di un sorpasso in regime di safety car – in zona punti sale dunque Hartley.

Hamilton torna dunque in testa al Mondiale, con un vantaggio di 17 punti su Vettel. Anche nella classifica costruttori lo scenario cambia, con la Mercedes che riconquista la vetta della graduatoria davanti alla Ferrari.

Condividi
Vicentino, classe '96, calcisticamente legato al Vicenza e al Southampton, appassionato di (quasi) tutto ciò che è sport, di tecnologia e del buon cibo. Aspira a fare della propria passione un lavoro.