Under 19 Femminile, Enrico Sbardella: “Vogliamo arrivare fino in fondo”

Con la prima gara contro l’Olanda (ore 18:15 italiane) parte l’avventura della Under 19 Femminile nella Fase Finale del Campionato Europeo di categoria in programma in Svizzera da oggi 18 luglio al 30 luglio.

La squadra azzurra, che nella prima fase ha battuto la Moldavia e le Far Oer e perso contro la Francia e nella Fase Elite ha sconfitto la Russia e la Scozia, pareggiando contro la Repubblica Ceca, ora si trova davanti l’Olanda, la Danimarca e la Germania per cercare di accaparrararsi uno dei due posti validi nel gruppo per il passaggio alle semifinali, e il tecnico Enrico Sbardella lo mette subito in chiaro: “Siamo qui con grande determinazione, con aspettative positive e con la consapevolezza di essere una buona squadra che può disputare un torneo di livello. Nel girone affronteremo avversarie molto temibili, che conosciamo bene: l’Olanda l’abbiamo affrontata lo scorso anno sempre nella fase finale degli Europei e finì 3-3, quindi quest’anno al torneo di La Manga dove siamo stati sconfitti 3-1. Dopo l’Olanda incontreremo la Danimarca che ha grande tradizione di calcio femminile e la Germania che non la dobbiamo certamente scoprire noi. Insomma sono tre avversarie molto ostiche, ma oggettivamente noi stiamo bene fisicamente e, pur partendo da Cenerentola del girone, proveremo ad arrivare fino in fondo e a coronare magari il nostro piccolo sogno”.

Oggi la squadra ha svolto il lavoro di rifinitura e l’umore è alto: “Siamo pronti e non vediamo l’ora che arrivi domani per scoprire di che pasta siamo fatti: Abbiamo le stesse opportunità dell’Olanda di vincere, sarà una gara ricca di contenuti, ma soprattutto di intensità da parte di tutte e due le squadre perché è la prima gara dell’Europeo e tutti la vogliono giocare per vincere. Del resto il mini girone da quattro squadre ti porta ad interpretare ogni gara come una finale; e noi questa partita l’abbiamo preparata bene, sono certo che, indipendentemente dal risultato, ci lascerà sulla pelle una grandissima esperienza”.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.