Russia 2018 – Finale 3°/4° posto, Belgio-Inghilterra: precedenti, statistiche e curiosità

Sfumata la possibilità di alzare al cielo la Coppa, Belgio e Inghilterra si sfidano per salire sul podio di questi Mondiali; la delusione per le due compagini è ovviamente tanta:il Belgio ci credeva fortemente dopo aver dato una grossa prova di forza contro il Brasile, mentre per l’Inghilterra sembrava tutto in discesa dopo il gol di Trippier alla Croazia. Sfida nella sfida tra i due bomber Kane e Lukaku in ottica Scarpa d’Oro e tra i due portieri Pickford e Courtois, che potrebbero meritare il Guanto d’Oro.

I PRECEDENTI – Belgio e Inghilterra incrociano nuovamente il loro cammino in questi Mondiali: dopo essersi affrontate alla terza giornata del girone G e aver preso “strade diverse”, con il gol di Januzaj che ha dirottato il Belgio nella parte più difficile del tabellone, le due squadre si ritrovano a giocarsi la medaglia di bronzo, premio di consolazione per due gruppi che credevano fortemente nella vittoria finale. Sarà il quarto incontro nella storia dei Mondiali tra Belgio e Inghilterra: la prima sfida fu a Svizzera 1954 e terminò 4-4 dopo i tempi supplementari (doppiette di Anoul, Broadis e Lofthouse, rete di Coppens e autogol di Dickinson), mentre la seconda si disputò agli ottavi di finale di Italia 1990, con gli inglesi che trovarono il gol del definitivo 1-0 solo al 119′ grazie a Platt, imbeccato da Gascoigne. Le due squadre si erano già affrontate precedentemente in Italia, nella fase a gironi degli Europei del 1980: in quell’occasione la contesa terminò in parità, 1-1 con gol di Wilkins e Ceulemans. L’ultima amichevole tra le due nazionali, disputata a Wembley nel 2012, terminò 1-0 in favore degli inglesi grazie al gol di Welbeck.

LE STATISTICHE – Nei 22 precedenti contro il Belgio, l’Inghilterra domina con 15 successi a 3 (4 i pareggi), straripando nel saldo delle reti (70-26). La vittoria più ampia rimane il 9-1 con cui gli inglesi si imposero nel 1927. Belgio e Inghilterra hanno disputato una sola volta nella loro storia la finalina, in due edizioni consecutive dei Mondiali: nel 1986 in Messico il Belgio venne sconfitto 4-2 dalla Francia (decisive le reti di Genghini e Amoros ai supplementari, dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul 2-2 in virtù dei gol di Ceulemans, Ferreri, Papin e Claesen), mentre nel 1990 in Italia l’Inghilterra fu sconfitta 2-1 dai padroni di casa (marcature di Baggio, Platt e Schillaci). Harry Kane rimane il favorito per la vittoria della Scarpa d’Oro dei Mondiali: il centravanti del Tottenham guida la classifica marcatori con 6 reti e l’unico giocatore che verosimilmente potrebbe rubargli lo scettro se lo troverà di fronte, Romelu Lukaku, autore sinora di 4 marcature.

In una partita in cui la determinazione potrebbe non essere ai massimi livelli, puntiamo sulla maggior qualità del Belgio: consigliamo l’1.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni.