Roma, ok al Francioni: 9-0 al Latina nella prima amichevole della stagione

Al Francioni di Latina Di Francesco svela la sua prima (unofficial) Roma della stagione 2018/19, ovviamente e inesorabilmente condizionata da una preparazione iniziata solamente da qualche giorno a Trigoria, tra il il peso dei primi carichi di lavoro e l’assenza dei calciatori coinvolti nel Mondiale di Russia; trova spazio dal 1′ Karsdorp, così come Pastore nel ruolo di mezz’ala con Schick a guidare l’attacco accompagnato da Ünder e Perotti. Nel Latina non è disponibile De Martino, uno dei colpi pregiati della campagna di rafforzamento dei pontini per il prossimo Campionato di Serie D; tra i titolari, invece, figura il neo-acquisto Tiscione, che agirà dietro Iadaresta e Masini.

La gara del Francioni parte su ritmi subito frizzanti; sulla corsia offensiva di destra la Roma crea da subito i primi grattacapi al Latina, con Perotti che su un bel pallone di Pellegrini arriva all’impatto con il pallone, non però in maniera incisiva. Un’altra manciata di minuti, però, ed è già 0-1: è ancora Pellegrini a recuperare il pallone in mezzo all’area pontina, servendo un pallone che Schick insacca senza troppe difficoltà. Nei minuti successivi al vantaggio i giallorossi denotano una discreta fluidità di gioco, e all’11 raddoppiano il vantaggio: l’azione nasce dalla sinistra, con un traversone sul secondo palo che trova l’intelligente sponda di Schick per Marcano, che si coordina per la pregevole girata volante del 2-0. I pontini accennano una reazione portandosi al tiro senza spaventare Mirante, mentre sul versante opposto i giallorossi trovano la rete in due circostanze in pochi minuti: Luca Pellegrini si inserisce bene e trafigge Bortolameotti col mancino, per poi guadagnarsi un rigore trasformato da Patrick Schick. Dopo un breve cooling break, la partita riprende con la Roma che però dimostra di non aver placato i propri bollenti spiriti: Pastore sfiora il 5-0, che arriva invece con un delizioso pallonetto di Lorenzo Pellegrini, che scrive il pokerissimo. Il diluvio di reti scoraggia il Latina, che si disunisce per la precaria condizione fisica oltre che per il gap tecnico nei confronti della Roma: Schick al 37′ ha tempo, ancora nella prima frazione, di trovare il 6-0 di fine primo tempo grazie anche alla complicità di Bortolameotti.

Nel secondo tempo Di Francesco rivolta come un calzino la sua Roma: dentro, tra gli altri, Cristante, Ćorić, Džeko e Kluivert, con quest’ultimo subito molto attivo nel ruolo occupato da Perotti nella prima frazione. Meno pungenti gli attacchi romanisti in avvio di ripresa, con il primo tentativo “vero” che porta la firma di El Shaarawy, che al 10′ prova un destro volante da posizione defilata che trova reattivo Bortolameotti. Dopo un quarto d’ora non entusiasmante, Džeko di testa chiama l’estremo difensore avversario al miracolo; sulla battuta del corner però, è sfortunato Manes che insacca la sua rete. Al netto dell’autorete di Manes, il secondo tempo scorre via senza grosse emozioni; la Roma rumina un calcio meno fluido, ma a ridosso della mezz’ora costruisce comunque una pregevole azione con Cristante che si inserisce bene e dal fondo pesca il piattone di Ćorić, che trova la risposta di Bortolameotti. Lo scorcio finale di gara, non entusiasmante a dire il vero, è illuminato dalla perla di Džeko: a una dozzina di minuti dal termine il centravanti bosniaco vince di grinta un contrasto con due avversari, e dalla lunetta dell’area di rigore disegna un arcobaleno che si spegne all’angolino, trovando poi anche modo di ripetersi qualche minuto più tardi quando lanciato da un retropassaggio sciagurato non ha problemi ha infilare il 9-0. Il secondo timbro del bosniaco è l’ultimo di una gara che vede la Roma di Di Francesco partire accompagnata da tanto entusiasmo verso una stagione da vivere da protagonisti; per il Latina una sgambata di lusso, arrivata solamente al terzo giorno dalla ripresa degli allenamenti.

LATINA-ROMA 0-9 (0-6)

Latina: Bortolameotti; Tipaldi, Dionisi, Manes, Quagliata; Alario, Cittadino, Casimirri; Tiscione, Iadaresta, Masini. A disp.: Mancini, Barberini, Sapone, Arduini, Marocco, Siscan, Testa, Morandi. All.: Parlato.

Roma Primo Tempo: Mirante; Kardorp, Manolas, Marcano, Luca Pellegrini; Lor. Pellegrini, De Rossi, Pastore; Ünder, Schick, Perotti. All.: Di Francesco.
Roma Secondo Tempo: Fuzato (86′ Greco); Florenzi, Bianda, Jesus, Santon; Cristante, Ćorić (76′ Riccardi), Strootman; El Shaarawy, Džeko, Kluivert. All: Di Francesco.

Marcatori:
 5′ Schick, 11′ Marcano, 21′ Luca Pellegrini, 25′ rig. Schick, 27′ Lo. Pellegrini, 37′ Schick, 65′ aut. Manes, 75′ e 80′ Džeko.
Note – Ammoniti: -. Espulso: -.

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.