FantaRussia 2018, il Fantacalcio dei Mondiali: i consigli su chi schierare nelle due finali

Mandato in vacanza il Fantacalcio della Serie A, per chi di questo gioco non riesce proprio a fare a meno, c’è il FantaMondiale! Un torneo lampo, con sole 7 giornate: 3 nella fase a gironi con 32 Nazionali impegnate, poi 4 turni a eliminazione diretta, con le squadre che via via si dimezzeranno, fino ad arrivare alle finali in programma a metà luglio. Proviamo a darvi qualche dritta per aiutarvi a non perdere la bussola in mezzo a tanti nomi e a tante partite: ecco i migliori undici da schierare nella settima giornata, proprio quella relativa alle due finali del torneo. Buon divertimento! 

POLLICE SU – Siamo alla resa dei conti. Chi sarà tra Francia e Croazia a salire sul tetto del mondo calcistico? Lo scopriremo domenica sera (calcio d’inizio alle ore 17), ma prima ancora un succulento antipasto, perché domani sera (ore 16) Belgio e Inghilterra si giocheranno il terzo posto a San Pietroburgo e sarà un incredibile bis dopo la gara disputata qualche settimana fa nella fase a gironi e vinta dai Diavoli Rossi.
L’ultima top 11 di Russia 2018 schiera fra i pali il numero 1 del Belgio, quel Thibaud Courtois che con una serie di miracoli ha tenuto a galla i suoi nella semifinale contro la Francia: il terzo posto, che avrebbe comunque una valenza storica, è là a portata di mano e il portierone del Chelsea ci metterà i guantoni come sempre per provare ad afferrarlo. Difesa a tre composta da soli terzini: Meunier ha saltato la semifinale per squalifica, ma sabato sarà regolarmente in campo, Pavard è la grande sorpresa di questo Mondiale (Deschamps punta molto su di lui e il ragazzo “rischia” di diventare campione del mondo a soli 22 anni), infine Vrsaljko, una soluzione fondamentale per il gioco d’attacco della Croazia, come dimostrato dall’assist per il gol di Perišić contro l’Inghilterra. Linea mediana composta inevitabilmente da Modrić (ha già messo la sua firma sulla storia del calcio croato, ora manca la ciliegina sulla torta), Kanté (questo corre a mille anche nelle amichevoli, figuriamoci in una finale dei Mondiali), Perišić (prestazione sontuosa in semifinale, si gioca un Mondiale in 90 minuti, noi ci fidiamo di lui) e Fellaini (contro gli inglesi può essere una risorsa sul gioco aereo). Infine, l’attacco che scegliamo schiera il probabile capocannoniere di Russia 2018, Harry Kane, che vorrà riscattare anche una semifinale sottotono, assieme a due probabili protagonisti della finalissima del Luzhniki Stadium: le petit diable Antoine Griezmann e SuperMario Mandžukić, due centravanti così diversi, ma anche così importanti per le rispettive selezioni, due che abbinano classe, determinazione, grinta, correttezza e, soprattutto, un grande cinismo sotto porta.

I CONSIGLI SU CHI EVITARE NELLE DUE FINALI DI RUSSIA 2018

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.